Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il cambiamento organizzativo nell’ipotesi di integrazione del numero unico di emergenza 112 nella centrale operativa sanitaria 118

L' elaborato tratta "il cambiamento organizzativo nell’ ipotesi di integrazione del numero unico di emergenza 112 nella centrale operativa sanitaria 118".
Nello scritto ho esaminato gli aspetti fondanti del NUE 112 e ho riportato due ricerche:
- la prima rivolta ai coordinatori infermieristici dei sistemi 118 Italiani su come affronterebbero il cambiamento ipotizzato.
- la seconda agli operatori della centrale operativa del 118, 115 e 113 della Provincia di Piacenza ed analizza la loro percezione del NUE 112.
Ho citato il riferimento scientifico riguardante il cambiamento organizzativo ed infne ho concluso su come ho interpretato questa ipotetica trasformazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Il numero unico Europeo di emergenza “112” (NUE 112), ha il compito di raccogliere e gestire tutte le richieste di soccorso indirizzate alle forze dell’ ordine, al soccorso tecnico ed al soccorso sanitario. Il suddetto servizio è stato istituito nel 1991 dall’ Unione Europea attraverso la direttiva 91/396/CE stabilendo che gli Stati membri avrebbero dovuto dare vita al numero unico di emergenza entro il 31/12/1996. La direttiva 2002/22/CE ribadisce l’ introduzione del numero unico 112 con particolare attenzione riguardo l’ accesso ai servizi di emergenza per i disabili e per la localizzazione del chiamante. Con ritardi talvolta rilevati, buona parte dei Paesi Europei si sono allineati alla disposizione. I modelli sviluppati dalle varie Nazioni sono i più diversi:  In Svezia le richieste di soccorso vengono raccolte da centrali operative 112 “superpartes” gestite da società esterne ai vari sistemi di emergenza (denominate SOS alarm);  In altri Paesi (Francia, Belgio) il 112 è governato dai Vigili del Fuoco;  In Inghilterra e Norvegia il sistema è a carico della Polizia;  In Spagna è il soccorso sanitario con la collaborazione delle altre componenti istituzionali (polizia e Vigili del Fuoco) a garantire il Servizio. Indipendentemente dal metodo adottato, il numero di emergenza Europeo permette di garantire a tutti gli utenti (anche viaggiatori e turisti) un unico accesso ai servizi di pronto intervento. I numeri di allarme Italiani sono:  112 Carabinieri;  113 per la Polizia di Stato;  115 a cui rispondono i Vigili del Fuoco;  118 per l’emergenza medica. Esistono poi altre numerazioni collegate a Istituzioni di soccorso come 1515 (Corpo Forestale) 1530 (Guardia Costiera), 114 (telefono azzurro), 117 (Guardia di Finanza) e altri numeri a cui fanno capo le diverse Polizie Locali. In Italia il numero 112 appartiene dal 1981 ai Carabinieri che hanno competenza sulle problematiche di ordine pubblico e al momento non possiedono in forma esaustiva tutte le caratteristiche richieste dalla normativa per poter essere considerato il numero unico di emergenza. Nel 2006 sarebbe dovuta partire una prima sperimentazione di centrale operativa unica a Salerno, ma il progetto produsse scarsi risultati. Nel 2009 il nostro Paese, è stato condannato dalla Corte di Giustizia Europea per inadempienze sul 112 e sono stati quindi approntati alcuni tavoli di lavoro interministeriali per attivare tale servizio. Nel 2009 un ulteriore progetto Ministeriale individua nel sistema di soccorso sanitario 118 il possibile interlocutore per attuare il NUE 112. Vengono scelte le centrali operative 118 di Ravenna, Palermo e Varese ma solo quest’ ultima si attiverà per istituire tale servizio presso la propria struttura.

Tesi di Master

Autore: Fabio Mozzarelli Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1329 click dal 13/06/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.