Skip to content

Influssi europei nell'iconografia ispanoamericana tra Cinque e Seicento

Informazioni tesi

  Autore: Juan Miguel Ortiz Gutierrez
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Studi storico-artistici
  Relatore: Tiziana Pesenti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 184

La tesi di laurea "Influssi europei nell'iconografia ispanoamericana tra Cinque e Seicento" analizza dal punto di vista geografico, il percorso realizzato dalle immagini, prevalentemente stampe, dall''Europa cinquecentesca verso le colonie spagnole nell'America del sud. La tesi offre una panoramica in generale sulla situazione politica, economica e religiosa europea e il suo eco nel Nuovo Mondo, individuando nelle stampe che contenevano i codici portati dai missionari, il mezzo attraverso il quale l'arte europea si diffuse in ispanoamerica. In alcuni capitoli della tesi si studiano gli artisti europei che lavorarono in Spagna all'epoca di Filippo II e che servirono come modello agli artisti andini. Alcuni capitoli sono dedicati alla diffusione della stampa e ai libri liturgici riformati dopo il Concilio di Trento e soprattutto alla figura di Christopher Plantin, il più importante editore e tipografo di Anversa, autore della maggior parte dei codici che giunsero in Spagna come richiesti da Filippo II e successivamente portati in America con il fine di agevolare l'evangelizzazione del territorio andino attraverso le immagini. Un capitolo è inoltre dedicato agli artisti europei che salparono da Siviglia alla ricerca di fortuna nel Nuovo Mondo. Un capitolo inoltre è dedicato ad Anversa, principale luogo commerciale nell'Europa di Filippo II e il suo rapporto commerciali con Siviglia e centro di scambi commerciali con le colonie spagnole in America.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE Con la conquista e colonizzazione spagnola, iniziate nella prima metà del XVI secolo, inizia un processo di profondi cambiamenti nella vita del territorio di tutto il continente americano. I popoli indigeni iniziano ad assistere ad una trasformazione radicale e si vedono costretti ad accettare la religione cristiana, altre forme di cultura e di organizzazione sociale, nonché un’altra lingua, dalle quali nasce l’unità americana. Di tali proporzioni enormi è la rottura dell’America con il proprio passato che le culture pre ispaniche oggi costituiscono un tema più appropriata per l’archeologia che per la storia. Il destino di tutti i popoli dispersi sul territorio da quel momento si lega inevitabilmente a quello della Spagna, al cattolicesimo e a quello della politica ed economia dell’Europa occidentale, durante tre lunghi secoli. Si origina durante questo arco di tempo un’intensa miscela razziale che produce l’incrocio delle razze e la quasi totale scomparsa dell’aborigeno puro. Con i conquistatori, fa ingresso l’arte occidentale. Nella Spagna che loro abbandonano provvisoriamente o definitivamente per lanciarsi all’avventura del Nuovo Mondo predominano le tradizioni rinascimentali provenienti dall’Italia. L’arte occidentale inizia ad arrivare nei territori americani portata da frati missionari e conquistadores. Si presenta come un arte compromessa al servizio della cristianizzazione dei popoli indigeni e come uno dei mezzi più efficaci per l’introduzione della cultura spagnola. Lo sviluppo dell’identità culturale latinoamericana inizialmente dipende prevalentemente dalle immagini che vengono portate dall’Europa. Le immagini che in maggior parte sono molto note ad artisti e conoscitori europei diventano canoniche anche per la realizzazione dei libri e repertori accettati dalla Chiesa dopo il Concilio di Trento. Questi provengono in maggior parte da Siviglia, che costituisce il porto commerciale più importante della Spagna rinascimentale. Sono inizialmente stampe che raffigurano la Crocefissione di Cristo e la Vergine col

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

roma
trento
incisioni
concilio
siviglia
anversa
catechismi
stampe
plantin
messale
breviari
rotte marittime

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi