Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nuova disciplina del commercio

La nuova normativa sul commercio, introdotta con il D.Lgs. 114/98 risponde alle esigenze di semplificazione della P.A., esigenze legate alla anche alla partecipazione dell'Italia al progetto dell'Unione Europea.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA Il disegno generale di riforma del sistema politico, economico ed amministrativo intrapreso nel corso degli anni Novanta dal legislatore nazionale, per la Pubblica Amministrazione ed i settori di attività in vario modo affidati alla cura, al controllo o alla più generica direzione della medesima, trova forse la sua più completa espressione in quelle che sono state indicate come le Leggi Bassanini (legge 15 marzo 1997, n.59 e legge 15 maggio 1997, n.127) e successive modificazioni, e nei conseguenti decreti delegati di attuazione tra i quali rientra anche il decreto di riforma del commercio qui in esame. La legge n.59/97 (c.d. Bassanini uno), all’art.4, comma 4, lett. c), ha delegato il Governo a ridefinire, riordinare e razionalizzare – per quanto possibile individuando momenti decisionali unitari – la disciplina relativa alle attività economiche ed industriali, in particolare per quanto riguarda il sostegno e lo sviluppo delle imprese operanti nell’industria, nel commercio, nell’artigianato, nel comparto agroindustriale e nei servizi alla produzione. Per il settore del commercio, la delega ha trovato attuazione nel decreto legislativo 31 marzo 1998, n.114, significativamente intitolato “Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell’art.4, comma 4, lett.

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Floria Carucci Contatta »

Composta da 348 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4585 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.