Skip to content

La quotazione delle SPA

Informazioni tesi

  Autore: Mariano Zitiello
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari
  Relatore: Fabrizio Fiordiliso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

La quotazione in borsa.
Nel corso degli ultimi vent’anni il mercato mobiliare ha assunto un ruolo sempre più forte all’interno del sistema economico internazionale.
Ad oggi, esso rappresenta uno strumento molto importante in riferimento ai canali di fi-nanziamento a cui le società possono far riferimento.
Rappresenta infatti un ottima alternativa al sistema tradizionale di finanziamento (quello creditizio) e al contempo garantisce, alle società interessate ad adottare tale sistema, dei minori costi da affrontare nell’ottenimento del capitale necessario a finanziare la propria attività, soprattutto in riferimento agli interessi (che variano a seconda del tipo di strumento finanziario acquisito) che devono essere riconosciuti nei confronti dei rispar-miatori.
Ovvio che vi sono dei costi collegati all’ottenimento di tali vantaggi, è infatti necessario dover adottare un processo di quotazione per poter accedere ai mercati finanziari,che presenta sia dei lati positivi sia negativi, ed è per questo che è necessario valutare atten-tamente tutte le situazioni che ne possono scaturire.
La prima cosa da tenere in considerazione è l’effettiva volontà di quotarsi, considerando il cambiamento che ne deriva rispetto all’assetto societario e alla strategia da adottare sui mercati. Vanno quindi individuati i vantaggi e gli svantaggi a cui le società interessate saranno sottoposti (capitolo 1).
È molto importante individuare anche gli strumenti finanziari che si vogliono adottare per il finanziamento, in particolare bisogna valutare se si vuole ricorrere ad una parteci-pazione interna da parte di terzi (attraverso l’offerta di azioni societarie) o al finanzia-mento vero e proprio con la cessione di obbligazioni (capitolo 2).
Rispetto al processo di quotazione vero e proprio è importante evidenziare le diverse fasi e i vari attori che vi intervengono, così come la disciplina prevista dal sistema finanziario (capitoli 3 e 4), senza sottovalutare i costi e i tempi relativi alla finalizzazione della procedura (capitolo 5).
Il procedimento di quotazione può diversificarsi in relazione al mercato di sbocco a cui si riferisce, vengono infatti individuati (capitolo 6) i diversi requisiti che le società devono possedere per garantirsi l’accesso al finanziamento, le differenze offerte da parte mercati e dei diversi segmenti da cui questi ultimi sono formati, evidenziando in particolare come in Italia gli stessi abbiano subito, nel corso dell’ultimo decennio, una profonda mutazione strutturale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo 1 La decisione di quotarsi: vantaggi e svantaggi La quotazione in Borsa comporta rilevanti cambiamenti all’interno del sistema aziendale sia con riferimento alla struttura organizzativa sia alla sua operatività. La scelta di quotarsi su un mercato mobiliare si configura pertanto come un’importante decisione strategica alla quale si accompagnano notevoli implicazioni. Come altre operazioni di finanza straordina- ria, l’ingresso in Borsa costituisce un momento di “discontinuità” che richiede un’opportuna valutazione. In quest’ottica, il soggetto economico deve condurre un’attenta analisi strategica dell’attività aziendale, del management, dello stadio di sviluppo della so- cietà e delle sue prospettive. È necessario tenere presente i benefici e gli svantaggi derivanti dalla decisione di quotarsi: l’impresa, da un lato potrà accedere a un’ampia gamma di opportunità di finanziamento, prima precluse, ma dall’altro sarà obbligata a sottostare a più stringenti adempimenti in- formativi. Occorre inoltre considerare preventivamente il possibile impatto della quotazio- ne sull’assetto proprietario e manageriale, sull’intera organizzazione aziendale e sui rap- porti con fornitori, clienti, istituti di credito e dipendenti 1 . Lo studio delle motivazioni che possono indurre le imprese ad accedere sui mercati borsistici è particolarmente articolato e varia anche a seconda del settore di competenza. Si può infatti osservare che i settori economici a cui le aziende appartengono hanno carat- teristiche molto diverse e, allo stesso tempo, ogni singola azienda presenta necessariamente forti specificità. I principali fattori identificati, ritenuti capaci di spiegare la differente pro- pensione alla quotazione concernono le dimensioni, l’età, lo stadio del ciclo di vita, il gra- do di rischio degli investimenti, la struttura proprietaria e finanziaria e lo sviluppo tecnolo- gico. 1 A.I.F.I. Borsa Italiana, Pricewaterhousecoopers, Guida alla quotazione pag.11, convegno A.I.F.I., Milano, (2001).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi