Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"I beati anni del castigo": un romanzo di formazione al femminile

Oggetto del mio lavoro è il romanzo "I Beati anni del castigo" di Fleur Jaeggy. Il mio intento è quello di analizzare questo processo di formazione al femminile possibile all’interno di un collegio, e nel raffronto con quello, assai famoso, al maschile ne "I turbamenti del giovane Törless" di Robert Musil. Senza tralasciare un approfondimento e riflessione sulla scarsa presenza di romanzi al femminile in Europa e in particolar modo in Italia. Condurrò dei brevi raffronti tra il romanzo di Fleur Jaeggy, parti di Jane Eyre di Charlotte Brönte, e alcuni racconti brevi di Virginia Woolf; allo scopo di riflettere sulla scrittura al femminile.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Oggetto del mio lavoro è il romanzo I Beati anni del castigo di Fleur Jaeggy. Pubblicato nel 1989, è un libro fortunato, ha un notevole successo editoriale (150 mila copie vendute), viene tradotto in molte lingue e riceve il premio ‚Bagutta‛ nel 1990 e il ‚Boccaccio Europa 1 ‛ nel 1994. La trama è molto semplice e scarna: la protagonista, dopo aver passato parte dell’infanzia con la nonna e in altri istituti famosi, si trova in un collegio dell’Appenzel 2 ,presso cui ha luogo il suo processo di formazione, insieme e grazie alle altre educande. Tre i rapporti importanti che ella vi instaura : con la compagna di stanza, tedesca, che non ha nome; con Frédérique, l’amitié amoureuse che percorre tutto il romanzo; e con Micheline, amicizia superficiale e quasi opposta a quella con Frédérique. Il mio intento è quello di analizzare questo processo di formazione al femminile possibile all’interno di un collegio, e nel raffronto con quello, assai famoso, al maschile ne I turbamenti del giovane Törless di Robert Musil. Senza tralasciare un approfondimento e riflessione sulla scarsa presenza di romanzi al femminile in Europa e in particolar modo in Italia. Condurrò dei brevi raffronti tra il romanzo di Fleur Jaeggy, parti di Jane Eyre di Charlotte Brönte, e alcuni racconti brevi di Virginia Woolf; allo scopo di riflettere sulla scrittura al femminile. Gli istituti scolastici sono spesso stati argomento di romanzi di formazione, poiché vi venivano mandati i ragazzi e le ragazze per farli diventare adulti e per renderli adatti alla società. 3 «Il bambino ribelle che 1 Bagutta : premio letterario istituito a Milano l'11 novembre del 1926, i cui enti promotori furono la famiglia Pepori e la SNAM (Società nazionale metanodotti). Boccaccio Europa : premio Letterario nato nel 1981 in omaggio alla figura del grande novelliere certaldese. 2 Cantone storico della Svizzera nordorientale, racchiuso all'interno del cantone di San Gallo, a sud del lago di Costanza e a nord del monte Säntis. 3 Romanzo emblema di queste genere è Il giovane Holden di J.D. Salinger. Pubblicato nel 1951, narra la storia di Holden, un giovane adolescente ribelle, che ha difficoltà ad inserirsi nelle istituzioni scolastiche e a socializzare con i suoi coetanei. Tutto il libro racconta tre giorni di vita sbandata che il

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Ilaria Grappasonno Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1411 click dal 26/06/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.