Skip to content

Biological and transductional effects of allosteric antagonists on the activity of chemoattractant receptors

Informazioni tesi

  Autore: Nina Patricia Machado Torres
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Patologia e Neuropatologia Sperimentali
Anno: 2010
Docente/Relatore: Massimo Locati
Istituito da: Università degli Studi di Milano
Dipartimento: Medicina Traslazionale
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 147

There are two major chemokine receptors expressed on the surface of neutrophils, CXCR1 and CXCR2.It is thought that targeting both receptors may be necessary for optimal inhibition of PMN influx in several inflammation disorders such as post-ischemia reperfusion injury, pulmonary fibrosis, sepsis, psoriasis among other.
DF 2156A is a potent dual inhibitor of CXCR1 and CXCR2 and was derived from a specific lead optimization program (Moriconi et al., 2007). Because it blocks both CXCR1 and CXCR2, it may overcome the problem of redundancy generated by the ELR+ CXC chemokine-CXCR1/R2 axis. The present study demonstrated, that DF 2156A is a potent blocker of both CXCR1 and CXCR2 expressed on PMNs, lymphocytes, and cells transfectants with a IC50 in the range of 1 to 2 nM. Despite its potency on both CXCL8 receptors, the effect of DF 2156A was highly specific. DF 2156A did not affect the activity of several related chemokine receptor belonging to both CC and CXC subfamilies. Our evidences show that DF 2156A is able to block different signaling pathway activated by CXCL8. Here we describe the molecular mechanism exerted by this compound. In particular it unaffected CXCL8- induced both receptors internalization but also both receptors recycling to the cell membrane after CXCL removal, indicating that it does not interfere more in general with the trafficking of both CXCL8 receptors. By contrats DF 2156A significantly suppressed CXCL8- induced cofilin phosphorylation and subsequent failure of CXCR1/R2 cells to migrate in response to CXCL8. Cofilin is protein that is postulated regulates cell migration and chemotaxis, in chemokine responses.
This model of concerted type of allosteric antagonists raises the possibility to stabilize slightly different active receptor conformations, which might interact preferentially with distinct tranducer molecules or signaling pathway. Moreover, this class of antagonists would offer untapped advantages for drug development programs.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 1.INTRODUCTION 1.1 The chemokine system Over 40 chemokines have been identified to date 1 . Chemokines are produced by a variety of cell types either constituvely or in response to inflammatory stimuli, the biological activities of chemokines range from the control of leukocyte trafficking in basal and inflammatory conditions to regulation of hematopoiesis, angiogenesis, tissue architecture and organogenesis. The basis for such diversified activities rests, on one hand, upon the ubiquitous nature of chemokine production and chemokine receptor expression. Indeed virtually every cell type can produce chemokines and expresses a unique combination of chemokine receptors. On the other hand, chemokine receptors make use of a flexible and complex network of intracellular signaling machineries that can regulate a variety of cellular functions ranging from cell migration, growth, differentiation and death 2 . 1.2 Structure and biological function of chemokines Chemokines are small secreted proteins with the molecular weights in the range of 8- 12-KDa with 20 to 70 percent homology in amino acids sequences. They have been subdivided into families based on structural and genetic considerations; structurally they are similar, having at least three β-pleated sheets and a C-terminal α-helix, with disulfide bonds stabilizing overall topology (Figure 1) 1, 3 . Most chemokines have four characteristics cysteines (cys) in highly conserved positions and depending on the motif displayed by the first two cysteins, they have been classified into CXC or alpha (α)-chemokines, CC or beta (β), C or gamma (γ), and CX3C or delta (δ) chemokines classes 1, 3 . The only exception to the cysteins rule is lymphotactin, which has only two cysteins. In addition the CXC or alpha subfamily

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

infiammazione
chemochine
chemokine
chemokine receptors
chemiotasi
allosteric antagonists
inflammation disorders
cxcr1
cxcr2
cxcl8
chemotaxis
recettori chemochine
antagonisti allosterici

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi