Skip to content

Le Smart Cities e la gestione delle fonti rinnovabili in ambito urbano

Informazioni tesi

  Autore: Vito Marotta
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università Telematica Guglielmo Marconi
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dell'informazione
  Relatore: Andriano Santiangeli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

Il termine smart indica uno spazio urbano in grado di pianificare uno progetto globale di sviluppo sostenibile con un’attenzione particolare alla diffusione e disponibilità della conoscenza, alla qualità dell’ambiente naturale, all’utilizzo delle fonti rinnovabili e a una mobilità effettivamente fruibile. Negli ultimi anni la ricerca si è focalizzata, in particolare, sull’introduzione di servizi innovativi multifunzionali che vanno dalla gestione ottimale dei consumi energetici e della rete locale, al controllo degli impatti ambientali, dagli aspetti legati alla mobilità, all’accesso ai beni culturali ed al turismo culturale.
Il lavoro si è proposto di analizzare uno specifico ambito della ricerca urbana, consistente della predisposizione di smart lighting in grado di controllare l’erogazione di luce, il traffico urbano e il consumo energetico privato.
Nella prima parte si intende esaminare la nozione di smart cities, introducendo il tema dell’impiego urbano degli smart grid energetici e dei sistemi distribuiti wireless utilizzati in funzione di controllo del traffico e dei consumi energetici. La questione energetica e l’integrazione di “sistemi nervosi digitali” all’interno delle città hanno assunto un’importanza fondamentale nella pianificazione della città e del territorio. Le ragioni di questo interesse è legato soprattutto all’elevato consumo energetico delle aggregazioni urbane, dal momento che le richieste di energia per la climatizzazione e gestione degli edifici superano quelli per i trasporti e gli usi industriali. In questo quadro le smart cities stanno diventando un elemento cruciale per le future scelte di politica energetica. Esse sono chiamate, infatti, a favorire lo sviluppo congiunto di rinnovabili ed efficienza energetica in un’ottica di ottimizzazione del consumo delle risorse dei territori urbani. Ciò richiede prodotti e servizi innovativi: reti intelligenti, tecnologie ICT avanzate, sistemi di riscaldamento efficienti, impianti per la generazione distribuita.
Il secondo capitolo introduce il tema dei progetti di smart lighting in ambito urbano e l’utilizzo delle fonti rinnovabili. Il termine di smart lighting rinvia alla definizione di sistemi di telegestione del “sistema di illuminazione” urbana. Si tratta di sistemi in grado di diagnosticare, monitorare e adattare il sistema per regolarlo in funzione del grado di fruizione degli impianti, delle condizioni climatiche e del grado di funzionalità degli impianti stessi. Questi nuovi sistemi di controllo vanno al di là della semplice regolazione oraria di flusso di energia elettrica. Essi permettono, infatti, di adattare l’energia erogata in funzione dell’effettiva domanda del momento, in modo tale da consumare energia soltanto nella misura e nel momento in cui l’energia è effettivamente richiesta (energy on demand).
Negli ultimi anni si sono moltiplicate le proposte progettuali di realizzare un collegamento sinergico tra illuminazione pubblica, viabilità e risparmio energico. Su questo versante, quasi tutte le grandi metropoli e alcune città di medie dimensioni si stanno impegnando nello studio e nella definizione di strategie di intervento.
Il terzo capitolo intende proporre le linee guida iniziali di un progetto di smart lighting per la città di Milano. Anche il capoluogo lombardo condivide, infatti, con le altre grandi città, la necessità sia di contenere la spesa energetica facendo ricorso alle energie rinnovabili, e quello di realizzare coordinamenti in rete della rete di illuminazione pubblica, sfruttando questa struttura reticolare anche per altre applicazioni legate alla mobilità.
Attraverso l’infrastruttura della illuminazione pubblica è possibile trasmettere o ricevere dati ed informazioni. L’illuminazione pubblica ha una presenza capillare su tutto il territorio, in particolare quello urbano. Di conseguenza una rete di trasmissione dati poggiata su questa infrastruttura permette di raggiungere gran parte delle utenze domestiche. Questa logica di connessione è in linea con la filosofia fondamentale degli spazi smart secondo cui, in una nuova visione urbana, il cittadino è messo al centro di tutto e in grado di interagire e programmare le proprie azioni in funzione delle informazioni che derivano dall’ambiente circostante. In questo nuovo contesto, anche la pubblica illuminazione diventa un modalità di collegamento tra le persone, la gestione efficiente delle risorse e il miglioramento dell’efficienza energetica.
L’obiettivo finale consiste nella supervisione remota dell’illuminazione pubblica, del traffico veicolare e di una rete di edifici residenziali. Tutte queste applicazione si fondano su una piattaforma di comunicazione in grado di sfruttare la rete di illuminazione pubblica come linea digitale capillare per la raccolta dati e l’invio di informazioni. Ciò permetterebbe di promuovere risparmi energetici ed economici nella gestione delle reti stradali ed energetiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Indice Le città: causa e soluzione del problema… Le città del futuro: le “Smart city” Evoluzione della rete elettrica: Le Smart Grid Il progetto Smart lighting le reti WSN Città di Milano: Situazione energetica e sostenibilità ambientale Progetto di una piattaforma Smart ring a Milano Architettura del controllo adattivo Determinazione dei flussi di traffico nelle varie ore del giorno Rete di comunicazione dati attraverso l’impianto di illuminazione pubblica Ottimizzazione della fornitura energetica (energy on demand) Analisi tecnico-economica sul progetto Smart Ring “Milano“ Conclusioni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sviluppo sostenibile
fotovoltaico
smart
rinnovabili
wsn
smart grid
smart cities
smart lighting
smart district
smart sensor
smart agent
smart city
reti intelligenti
città intelligenti
energy on demand
smart town
smart mobility
smarth growth
mobility management
smart environment
smart economy
smart living
service on demand
smart real time

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi