Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La responsabilità penale delle persone giuridiche

La tesi tratta del tema della responsabilità penale delle persone giuridiche, prestando particolare attenzione al diritto comparato ed alle prospettive de iure condendo in Italia. In particolare si analizza le proposte del progetto Mirone, del progetto Grosso e le novità introdotte dalla legge 300 del 29 settembre 2000. Di notevole importanza sono altresì le considerazioni di "sistema" che hanno in seguito trovato attuazione nel D.Lgs. 231 del 2001.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il problema della responsabilità penale delle persone giuridiche Raramente un tema di così grande interesse come quello della responsabilità penale delle persone giuridiche ha vissuto una vicenda talmente particolare come quella in esame. Un tema di cui si è discusso nel corso dell’ultimo secolo a più riprese, in più fasi, ma che non ha mai portato, almeno per quanto riguarda il nostro Paese, a soluzioni definitive, appaganti. Un tema strettamente connesso con quello della criminalità economica soprattutto nella realtà economico– sociale attuale, in cui il posto centrale nel panorama produttivo spetta all’impresa collettiva esercitata in forma societaria. Indice di questa connessione tematica è la singolare ciclicità con cui questo tema è tornato alla ribalta. Infatti si è tornato a dibattere di assoggettabilità a sanzione penale degli enti personificati alla fine del XIX secolo, negli anni trenta (se ne discusse nel II Congresso internazionale di diritto penale a Bucarest nel 1929), nel secondo dopoguerra (soprattutto in Francia, per la repressione del collaborazionismo con le truppe occupanti), nella metà degli anni

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Paolo Pellegrini Contatta »

Composta da 285 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7290 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.