Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La nullità della citazione

La presente tesi tratta un argomento di notevole importanza nell’ambito del processo civile: la nullità dell’atto di citazione.
L’ istituto è previsto allo scopo di porre rimedio a quei vizi che possano affliggere l’atto introduttivo del processo civile.
Obiettivo fondamentale di tale processo, è quello di giungere ad una pronuncia giurisdizionale attraverso una serie di norme dirette a tale fine.
Da ciò si desume quanto sia importante che il processo abbia inizio con un atto che non sia affetto da alcun vizio, affinché non venga vanificata tutta l’attività successiva.
Nei tre capitoli che seguono si esaminerà nel primo, la disciplina che il nostro ordinamento riserva ai casi di nullità degli atti processuali in generale; la rilevanza, i principi e le conseguenze della stessa; nel secondo, ci si occuperà dell’istituto della nullità della citazione, analizzando da vicino le novità apportate all’art. 164 c.p.c. dalla legge 353/1990, e gli eventuali problemi riscontrabili quali conseguenza della mancata sanatoria della citazione nulla; infine nel terzo, verranno trattati i casi di nullità previsti per il ricorso, quale atto introduttivo nel processo del lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO I LA DISCIPLINA DELLA NULLITA’ DEGLI ATTI PROCESSUALI Sommario: 1.1 Gli atti processuali. 1.2 Regole generali concernenti la forma degli atti processuali. 1.3 L’invalidità degli atti processuali. 1.4 Rilevanza della nullità. 1.4.1 I principi in materia di nullità. 1.4.2 Le conseguenze della nullità. 1.5 L’invalidità delle sentenze e il principio di conversione dei motivi di nullità in motivi d’impugnazione. 1.5.1 La sentenza non sottoscritta e i vizi di costituzione del giudice. 1.5.2 Inesistenza, nullità assoluta ed inefficienza della sentenza. 1.6 Il problema dei provvedimenti resi in forma erronea. 1.7 Forma degli atti introduttivi dei processi a cognizione piena: atto di citazione e ricorso. 1.8 L'atto di citazione e i suoi requisiti. 1.8.1 I termini per comparire. 1.9 La notificazione dell’atto di citazione e i c.d. effetti della domanda.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Marco Arcella Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2917 click dal 03/07/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.