Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Web Content Management System: una rassegna comparativa

La tesi tratta di Content Management, con un'approfondita analisi comparativa dei Web Content Management System (Joomla!, WordPress e altri) . Questo elaborato affronta l'argomento del Content Management (CM, gestione del contenuto), ovvero della modalità di organizzazione in categorie dei contenuti digitali intesi come unità semantiche di informazione (identificabili come pagine, articoli e documenti) attraverso l'utilizzo di un sistema specifico (CMS, Content Management System) e di problematiche complesse, con particolare attenzione alla gestione contenutistica via Web (WCMS, Web Content Management System).Si tratta preliminarmente il concetto di contenuto, in rapporto ai cosiddetti ruoli dell'utenza (utenti che possono svolgere tutte le operazioni di gestione del contenuto come la creazione, la modifica, la categorizzazione e la classificazione). Sarà proposta la nozione di Workflow (flusso di lavoro), in merito a contenuto e ruoli, parlando anche di Workflow Automation nei CMS, e mettendolo a confronto con il Workflow Management per spiegarne differenze e tratti in comune. L'elaborato è composto da quattro capitoli. Il primo è un'introduzione ai Content Management System; si definiscono gli aspetti costitutivi del CM identificabili come contenuto, ruoli e Workflow. Il secondo riprende i concetti inerenti al CM per applicarli nell'ambito di un sistema.Nel terzo capitolo, aver confrontato CMS, WMS e DMS, ci si concentra sui sistemi di gestione del contenuto via Web, con un lavoro di rassegna e analisi. Il quarto e ultimo capitolo è dedicato allo studio dell'evoluzione dei WCMS, in riferimento ad alcuni elementi di confronto: diffusione, uniformità, ottimizzazione, personalizzazione, sicurezza, privacy, centralità dell'utente.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Content Management: definizione e concetti fondamentali 1.1 Contenuti, categorie e classi: definizione comparativa Nel corso dell'elaborato ci si riferisce col termine contenuto a una qualsiasi unità semantica di informazione, che può essere rappresentata come testo, immagine, suono, video e altro, e che è quindi di interesse nell'ambito del Content Management (e dei Content Management System). I contenuti digitali sono solitamente organizzati in pagine, articoli e documenti di tipo testuale o multimediale. 1 In questo capitolo si prenderanno in considerazione solamente gli articoli e le pagine; un'ulteriore differenziazione è rimandata al capitolo dedicato alla gestione dei documenti. Se si parla di articoli, ci si riferisce a un tipo di flusso informativo di natura periodica o editoriale, come ad esempio un articolo di giornale o di un blog; lo scopo di un articolo consiste nell'informare su un preciso argomento, come ad esempio un evento o un fatto di cronaca. Gli articoli possono essere più o meno numerosi e trattare argomenti disparati (come in un quotidiano) o tematici (ad esempio su riviste specializzate). Un esempio di articolo digitale è un blog post (articolo di un blog). Negli articoli sono insiti i concetti di temporalità e cronologia, in quanto sono visualizzati in un ordine preciso, solitamente cronologico, come nei blog (vedi figura 1). Anche gli articoli di giornale, se ordinati in rubriche tematiche, seguono comunque fatti ed eventi identificabili in un determinato periodo di tempo. L'informazione trasmessa ha solitamente un riferimento temporale preciso, con una scadenza; gli aggiornamenti su un fatto di cronaca, ad esempio, possono perdere tutta la loro validità nel momento in cui si scoprono nuove informazioni, 1 Il contenuto testuale si orienta esclusivamente al testo scritto, mentre il contenuto multimediale include informazioni di arricchimento del testo, in cui esso acquista un senso dall'integrazione di diversi mezzi di comunicazione quali, oltre al testo, audio, video e immagini. Esistono poi dei contenuti multimediali in cui non sussiste una parte testuale; è il caso ad esempio dei video in streaming o delle foto organizzate in gallerie. http://it.wikipedia.org/wiki/Multimedialità

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Raffaella Rinaldi Contatta »

Composta da 73 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1371 click dal 05/07/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.