Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I ragazzi di strada di Garoua

Si tratta di un percorso intrapreso ''sulla strada'' a fianco di quei ragazzi che fuggono o vengono cacciati dalla famiglia o dal villaggio d'origine e vivono di espedienti per strada. La tesi ricerca i motivi e le strategie per capire e affrontare questo fenomeno sociale

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L’esperienza dalla quale scaturisce questo lavoro si è svolta in Camerun, principalmente nell’estremo nord, nella piccola città di Garoua. L’obiettivo che mi ha condotto in Camerun è stato quello di capire a quali situazioni problematiche fossero esposti i bambini africani, dopo essermi occupato per parecchi anni, in una struttura di una grande città come Milano, di maltrattamento e abuso su minori. Conoscendo già un poco l’Africa non sono rimasto particolarmente colpito dalle condizioni di vita della società in generale. Seppur con una maggior incidenza di povertà, i problemi delle famiglie africane sono gli stessi che i nostri nuclei familiari devono affrontare in Italia: disoccupazione, taglio dei salari, alcolismo, violenza intrafamiliare, violenza sui minori, droga. Mi hanno stupito, però, alcuni diversi meccanismi psicologici nei legami intrafamiliari, il diverso “attaccamento winnicottiano” tra madre e figlio, i meccanismi diversi con cui si esplicano le diverse problematiche. Ho partecipato ben volentieri al lavoro del C.O.E, un organismo di volontariato internazionale che lavora nella città di Garoua sul problema degli “enfant de la rue”, termine sconosciuto quasi in Italia, quando si parla di problematiche africane, ma molto presente e sentito, al contrario, in tutte le grandi città dell’Africa. Si tratta di un piccolo esercito di bambini e adolescenti tra i cinque e i diciassette anni che fuggono dalle proprie famiglie e dai loro villaggi per approdare, sprovvisti d’ogni mezzo, anche di documenti d’identità, nelle grandi e medie città in cerca di fortuna, di un modo per poter guadagnare dei soldi e migliorare il loro stato sociale. Va da sé che, nella quasi totalità dei casi, questi sogni si infrangono in una vita di disperazione e di miseria, durante la quale questi ragazzi sperimentano il tipico percorso dell’”enfant de la rue”: strada, prigione, ospedale. Per coloro che raggiungono la maggiore età non di rado si apre la strada dell’illegalità e del banditismo. Il numero degli “enfant de la rue” è ingente, durante la notte per le strade di Garoua si avverte nettamente il problema: sono un piccolo esercito

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Luca Villa Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2022 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.