Skip to content

Dall’organizzazione individuale al lavoro di gruppo - percorsi per il Consulente del Lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Giovanni Corradin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2011-12
  Università: UniCusano - Università degli Studi Niccolò Cusano
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Marco Valeri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 228

La ricerca esamina l'organizzazione del Consulente del Lavoro, professionista che eroga consulenza per la gestione del personale. E' un lavoratore autonomo, che opera in studi professionali, spesso tradizione di famiglia, di piccola dimensione. In Italia, i piccoli studi sono la norma, non così in molti mercati esteri.
Ho studiato l'organizzazione individuale nei vari elementi della professione e nella gestione delle risorse. In particolare ho dedicato riflessioni sulla proliferazione degli stakeholder con i quali il Consulente del Lavoro si deve relazionare e sui ritmi incalzanti di lavoro, che possono far trascurare la necessità di una visione strategica dello studio e l'attenzione alle risorse umane.
In molti studi la professione o le responsabilità sono condivise con il coniuge, i figli o i fratelli. Ho approfondito questi temi con riferimento alle problematiche dei conflitti, della leadership e del passaggio generazionale.
Ho voluto trattare il tema dei rapporti familiari anche nell'ottica della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Infatti, il Consulente tende a essere disponibile per il cliente senza limiti di tempo e può incorrere nel rischio di compromettere il personale equilibrio psicofisico e i rapporti familiari.
A questo riguardo, nella seconda parte della ricerca, individuo tra l'altro, come soluzioni per liberare disponibilità da orientare alle esigenze personali e familiari, proprio il lavoro di gruppo e l'organizzazione dei tempi.
Viene presentato un caso verosimile, dove la protagonista, utilizzando il metodo dell'analisi SWOT, mette in evidenza i punti di forza e i punti di debolezza del proprio studio professionale, ma anche le opportunità e le minacce presentate dall'ambiente esterno. Con una verifica di conversione la giovane Consulente attenua i punti di debolezza, trasforma le minacce in opportunità e individua una soluzione che la porterà verso la progettazione di uno studio associato.
La collaborazione e il lavoro di gruppo possono essere raggiunti scegliendo tra varie di forme di aggregazione, descritte nella seconda parte, dove il lavoro di gruppo è esaminato come passaggio dalla concorrenza alla collaborazione, ma anche in termini di alleanza e di valorizzazione delle differenze.
Il Consulente del Lavoro si confronta con la liberalizzazione in atto nel mondo delle professioni, che provoca un aumento della competitività. Si evidenzia un rapporto diretto tra il grado di competitività e la tendenza alla collaborazione, leggibile anche dai risultati del sondaggio.
E' stato intervistato un campione rappresentativo dei Consulenti del Lavoro italiani, per evidenziare il loro orientamento nell'organizzazione dell'attività e in particolare le motivazioni che portano a scegliere forme organizzative diverse da quella individuale.
Il sondaggio evidenzia, con distribuzione geografica, dati relativi all’organizzazione dello studio del Consulente del Lavoro, la propensione alla collaborazione, la posizione circa le società di capitali, i rapporti le tradizioni familiari, la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro negli studi, le posizioni di fronte alla liberalizzazione del mercato ed altri risultati.
In conclusione posso affermare che il Consulente del Lavoro conferma una forte tendenza alla individualità, ma deve affrontare le pressioni del mercato e, quando queste esprimono maggiore forza, egli cerca e può trovare una risposta nel lavoro di gruppo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1. Introduzione Negli ultimi decenni si è molto discusso sul valore della piccola impresa, la cui organizzazione ha attirato anche la curiosità internazio- nale, con la conseguenza di una rivalutazione delle piccole organizza- zioni come motore dell’economia. L'organizzazione degli studi professionali, forse per la marcata volontà dei professionisti di non voler essere definiti imprenditori, è ri- masta al di fuori di questi dibattiti, ma ciò non impedisce di evidenziare forti analogie tra studio professionale e impresa, sul piano organizzati- vo. All’estero le piccole strutture professionali non sono la regola, mentre lo sono in Italia. Questi piccoli studi, dove la storia del profes- sionista individuale è spesso una storia di famiglia, vengono poco con- siderati dagli studi internazionali in materia di organizzazione, ma sono il modo italiano di fare professione. E, sotto il profilo organizzativo, meri- tano maggiore attenzione. Concentreremo l’attenzione sul Consulente del Lavoro in Italia, una figura poco comune nel panorama europeo e in quello mondiale. Si analizzeranno, nella prima parte, gli elementi dell'organizza- zione degli Studi professionali gestiti da un unico titolare. Si rifletterà sui relativi punti di forza e di debolezza. I percorsi di aggregazione secondo i principali modelli sono og- getto della seconda parte del lavoro. Si analizzeranno vantaggi e svan- taggi per i protagonisti, ma anche per i clienti. Come apporto empirico è stato realizzato un sondaggio che rac- coglie elementi contestuali ed indicazioni sulla propensione al lavoro di gruppo. E il lavoro di gruppo risulta in molti casi un punto di arrivo, nel percorso strategico di adattamento all'ambiente competitivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

organizzazione
analisi swot
swot analysis
ricambio generazionale
lavoro di gruppo
ifac
consulente del lavoro
studio professionale
studi associati
società professionale
consulenti del lavoro
organizzazione studio professionale
esempi swot analisi
organizzazione aziendale
diversificazione offerta
guida per lo studio professionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi