Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Albino Luciani a Belluno negli anni del secondo dopoguerra

La tesi si occupa degli anni bellunesi di Albino Luciani, futuro Giovanni Paolo I, negli anni del secondo dopoguerra, prima di essere eletto vescovo di Vittorio, poi patriarca di Venezia e quindi Papa. Sono gli anni della vera formazione culturale e psicologica di Giovanni Paolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE La vita di Albino Luciani, se si volesse ricorrere ad una similitudine , si potrebbe paragonare ad un sole che brilla , splende e riscalda, si trasforma in una cometa che attraversa varie galassie illuminando i cieli , ma si spegne dopo brevissimo tempo. Così è stata l’esistenza di un uomo che , in particolare negli anni che verranno trattati in seguito, ha illuminato con la sua cultura, esperienza e saggezza l’esistenza di persone che, nel mondo bellunese, ma non solo, si distingueranno grazie anche e soprattutto al seme piantato durante il percorso formativo dal vicerettore del Seminario Gregoriano di Belluno. La scelta di rivolgere la mia attenzione agli anni bellunesi di Albino Luciani deriva , oltre che dallo spunto di ampliare la conoscenza di un periodo suggerito dal Prof. Vian , dalla positiva scoperta di una persona e del suo mondo fino ad oggi a me lontani, sconosciuti e probabilmente sottovalutati. Albino Luciani è conosciuto come il “Il papa del sorriso” oppure “ il papa degli umili” o ancora , come ebbe a dire una rivista francese,“ il don Camillo al Vaticano”, identificando la figura di Luciani come quella di un uomo certamente di umili origini e vicino alla gente comune, ma anche di inappropriato livello culturale e teologico per la carica rivestita. Ebbene, tutto questo viene categoricamente smentito dai fatti, studiando la storia della sua formazione seminariale e del dopoguerra bellunese. Luciani ,che era laureato all’università gregoriana di Roma con dottorato in teologia, fu ideatore e promotore del cineforum bellunese,opinionista per il settimanale diocesano Amico del Popolo e il quotidiano Il Gazzettino, instancabile difensore della chiesa e creativo negli slogan. Si spiegano anche i veloci passaggi “di carriera” nella gerarchia ecclesiastica, dovuti ad una mente non comune che dava e riceveva fiducia e stima dai propri superiori. Sono entrato in un mondo che mi ha svelato un uomo che ha avuto la capacità di vivere nella dedizione assoluta alla chiesa e al Signore manifestando un atteggiamento deciso con il quale si faceva strumento nelle mani di Dio . ”Signore sia fatta la tua volontà , non la mia”significa mettersi a disposizione e rinunciare alla realizzazione delle proprie ambizioni .E a molti desideri personali rinunciò don Albino

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Adriano Lorenzi Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 398 click dal 19/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.