Skip to content

La questione femminile nella clinica contemporanea e nel pensiero psicoanalitico

Informazioni tesi

  Autore: Emanuela D'alessandro
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Domenico Cosenza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 136

La tesi parte dalla constatazione che disturbi relativi al corpo (come i disturbi alimentari) sono in grande maggioranza femminili e si chiede il motivo di una predominanza così grande. Si analizza la questione della femminilità da freud (per cui rimane un enigma) per poi passare a Lacan (cuore della tesi), e infine una carrellata del pensiero femminista contemporaneo, per giungere a una risposta che dia ragione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE 1. Femminilità e nuovi sintomi L’idea di questo lavoro nasce dal mio incontro con la sofferenza femminile di ra- gazze e donne affette dai cosiddetti “disturbi del comportamento alimentare”. Ho svolto infatti il mio primo tirocinio formativo presso l’ABA: Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia, l’obesità e i disordini alimentari. Durante i mesi tra- scorsi nella sede milanese dell’Associazione ho avuto modo di avere un contatto diretto con le pazienti che accedevano alla struttura, mediante la risposta alle richieste di aiuto che pervenivano al numero verde e accogliendo l’utenza che si recava ai colloqui con i terapeuti. Inoltre ho potuto seguire come osservatrice i “colloqui preliminari”, primi in- contri orientativo-conoscitivi che, posti all’inizio dell’iter di cura, precedevano un’eventuale terapia psicoanaliticamente orientata. Ho seguito inoltre per alcuni mesi la terapia di un gruppo di adolescenti anoressico-bulimiche. Grazie a un mio precedente personale interesse per questo tipo di sintomi avevo già avuto modo di approfondirne la conoscenza, che ho poi ampliato seguendo due corsi di Specializzazione, uno specifica- tamente relativo ai disturbi alimentari, l’altro riguardante in modo più eterogeneo tutti i “nuovi sintomi”. La domanda che muove la mia ricerca è stata suscitata da un dato statistico, che si dà quasi per scontato quando si parla di anoressia e bulimia. Fin dai primissimi casi riscontrati, l’epidemiologia di questi disturbi ne ha sempre mostrato una netta prevalen- za nel genere femminile. Le statistiche cambiano nel tempo, ma il dato che rimane co- stante è un rapporto femmine/maschi di circa 9:1 nei paesi occidentali. Oggetto di que- sto percorso di tesi sarà dunque interrogarmi sul perché di questo dato senza dubbio si- gnificativo, sulle ragioni profonde sottese a tale discrepanza tra uomini e donne, non osservabile in modo così marcato in nessuno degli altri sintomi contemporanei. Infatti, neppure se consideriamo le tossicomanie, che al contrario si riscontrano in prevalenza nel sesso maschile, la differenza tra i due sessi è così grande. Con questo lavoro ho cer- cato di trovare delle risposte che andassero al di là di quelle del senso comune, che ne

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donna
anoressia
bulimia
femminismo
freud
femminile
madre
desiderio
corpo
differenza sessuale
femminilità
lacan
isteria
identità sessuale
edipo
sintomo
godimento
fallo
sessuazione
seminario xx
clinica contemporanea
nuovi sintomi
penisnei
fallico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi