Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'evoluzione dei sistemi di costing: dall'ABC al Time-Driven Activity Based Costing

Come si è articolato il processo evolutivo dei Sistemi di Costing dalla seconda metà del '900 ad oggi? Come si è passati dalla contabilità generale a quella per centri di costo? Perchè i sistemi contabili tradizionali sono stati sostituiti dall'Activity Based Costing prima e dal Time-Driven activity based costing dopo?

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREFAZIONE Nella seconda metà del ‘900, i mercati e le imprese sono stati investiti da un forte vento di cambiamento che ha rivoluzionato l’organizzazione e la struttura dei sistemi produttivi. Il fenomeno non è stato occasionale ma ha avviato un processo evolutivo che ha raggiunto l’apice negli anni ’80, periodo in cui il mercato diventa iper-competitivo e si creano numerose barriere all’entrata. La massima efficienza diventa una condizione imprescindibile per la sopravvivenza delle imprese ed è raggiungibile solo attraverso l’utilizzo di strumenti che forniscono, in tempo reale, dati sui costi e sui margini. Queste informazioni permettono di attuare rapidi interventi correttivi che limitano le perdite. I processi decisionali del passato erano realizzati sulla base delle informazioni derivanti dalla sola contabilità generale, l’unico sistema contabile a disposizione delle imprese. Il primo capitolo dell’elaborato inizia proprio trattando questo strumento e le sue varianti, menzionando i contributi dei maggiori autori quali Besta, Zappa, Amaduzzi e Caramiello. Si prosegue indicando i punti di forza, le peculiarità del modello e le diverse finalità che gli sono state attribuite nel tempo, fino ad arrivare alle motivazioni che oggi ne rendono obbligatoria la corretta tenuta. Le imprese operanti nel moderno sistema competitivo non possono più sottovalutare l’importanza del controllo dei costi, della razionalità delle scelte e dell’efficienza dei processi e quindi richiedono nuove informazioni che la contabilità generale, da sola, non è in grado di fornire. Le nuove esigenze informative dei sistemi economico- aziendali trovano risposta nella contabilità analitica, considerata come uno strumento in grado di integrare le informazioni derivanti da quella generale. Questi nuovi strumenti forniscono i dati necessari per le decisioni di make or buy, prezzo, ampliamento della gamma ecc. ma hanno bisogno di elaborazioni complesse e costose. Il raggiungimento del miglior trade-off tra onerosità e attendibilità degli output informativi, diventa una delle maggiori sfide che la direzione aziendale si trova ad affrontare e porta a una continua rivisitazione dei modelli di costing utilizzati. L’affermarsi delle politiche di Corporate Social Responsibility ha poi

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Vincenzo Notari Contatta »

Composta da 70 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3142 click dal 20/07/2012.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.