Skip to content

Un sistema di raccomandazione mobile contestuale nell’era dei Linked Data

Informazioni tesi

  Autore: Giosia Gentile
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2011-12
  Università: Politecnico di Bari
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Informatica
  Relatore: Tommaso Di Noia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 116

Visualizzare sul proprio cellulare i trailer e le informazioni di film, che potrebbero essere di nostro gradimento, in programmazione nelle vicinanze, con relative informazioni sulla posizione del cinema, e magari poter contattare telefonicamente il cinema per prenotare un posto o conoscere i luoghi di interesse in prossimità, sono scenari che fino a qualche anno fa erano soltanto frutto dell’immaginazione di qualche regista di film fanta-scientifici. Oggigiorno, invece, questo è uno scenario reale, frutto delle stravolgenti innovazioni tecnologiche nel campo dei dispositivi mobili. Attraverso tali innovazioni, infatti, è possibile avere conoscenza real-time del contesto in cui si trova l’utente permettendo di offrire una vasta gamma di servizi fortemente personalizzati. Inoltre, attraverso sistemi di supporto alla decisione e di information discovery, noti come Sistemi di Raccomandazione, è possibile suggerire all'utente azioni da compiere davanti ad un vasto numero di possibili scelte in maniera del tutto personale.

Come detto in precedenza lo scenario ipotizzato è di reale implementazione, infatti, nel lavoro di tesi svolto, si è, proprio, realizzato un Sistema di Raccomandazione Contestuale per dispositivi mobili che trae beneficio dall'utilizzo di dati semantici presenti nella Linked Data Cloud. Si è ampliato un lavoro precedente, in cui si è provata l’efficacia dell’utilizzo di tecnologie semantiche applicate ai sistemi di raccomandazione, andando ad aggiungere informazioni di contesto alle raccomandazioni in modo da creare raccomandazioni più utili ed intelligenti.

Sono passati più di dieci anni da quando Tim Berners-Lee, direttore del WWW Consortium (W3C) e ideatore dell’Internet moderno, ha proposto la sua visione del web del futuro. Il Semantic Web, descritto nel Capitolo 2, si propone come una vera e propria innovazione promettendo ricerche più efficaci di contenuti e servizi, fruizione più semplice e veloce dei servizi offerti, agenti intelligenti in grado di automatizzare i compiti più frequenti, software che “ragionano” su informazioni proprie del livello concettuale umano, tutto questo senza che sia necessario uno stravolgimento dello spazio virtuale presente, ma semplicemente una sua riorganizzazione semantica. Il Web semantico, quindi, ha l’obiettivo di definire il modo di pubblicare informazioni in forma semantica e rendere queste informazioni dati, tutto ciò è possibile grazie al Linked Data (Capitolo 3), esso stesso parte del Web semantico, che definisce il modo di connettere tra loro questi dati attraverso l’uso di link. Secondo questa nuova visione della rete è possibile, quindi, interrogare il “nuovo” Web, composto di dati, per recuperare qualsiasi tipo di informazioni derivanti dalle più diverse fonti , in modo mirato e sfruttare tali informazioni proficuamente in svariati settori in cui è fondamentale avere la conoscenza di un set di dati ristretto e rispondente ad una precisa interrogazione come per i sistemi di raccomandazione I sistemi di raccomandazione, descritti in dettaglio nel Capitolo 4, sono applicazioni che tentano di suggerire oggetti di interesse per l’utente (film, canzoni, libri, notizie, pagine web...), basandosi su alcune informazioni di profilo. Una classe particolare di sistemi di raccomandazione va sotto il nome di collaborative filtering. I sistemi di raccomandazione appartenenti a questa famiglia (sistemi collaborativi) combinano le informazioni fornite dagli utenti (es. i voti assegnati ad un insieme di oggetti), con dati raccolti implicitamente (es. gli oggetti comprati in passato).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione Introduzione Visualizzare sul proprio cellulare i trailer e le informazioni di film, che potrebbero essere di nostro gradimento, in programmazione nelle vicinanze, con relative informazioni sulla posizione del cinema, e magari poter contattare telefonicamente il cinema per prenotare un posto o conoscere i luoghi di interesse in prossimità, sono scenari che fino a qualche anno fa erano soltanto frutto dell’immaginazione di qualche regista di film fanta-scientifici. Oggigiorno, invece, questo è uno scenario reale, frutto delle stravolgenti innovazioni tecnologiche nel campo dei dispositivi mobili. Attraverso tali innovazioni, infatti, è possibile avere conoscenza real-time del contesto in cui si trova l’utente permettendo di offrire una vasta gamma di servizi fortemente personalizzati. Inoltre, attraverso sistemi di supporto alla decisione e di information discovery, noti come Sistemi di Raccomandazione, è possibile suggerire all'utente azioni da compiere davanti ad un vasto numero di possibili scelte in maniera del tutto personale. Come detto in precedenza lo scenario ipotizzato è di reale implementazione, infatti, nel lavoro di tesi svolto, si è, proprio, realizzato un Sistema di Raccomandazione Contestuale per dispositivi mobili che trae beneficio dall'utilizzo di dati semantici presenti nella Linked Data Cloud. Si è ampliato un lavoro precedente [27], in cui si è provata l’efficacia dell’utilizzo di tecnologie semantiche applicate ai sistemi di raccomandazione, andando ad aggiungere informazioni di contesto alle raccomandazioni in modo da creare raccomandazioni piø utili ed intelligenti. Sono passati piø di dieci anni da quando Tim Berners-Lee, direttore del WWW Consortium (W3C) e ideatore dell’Internet moderno, ha proposto la sua visione del web del futuro. Il Semantic Web, descritto nel Capitolo 2, si propone come una vera e propria innovazione promettendo ricerche piø efficaci di contenuti e servizi, fruizione piø semplice e veloce dei servizi offerti, agenti intelligenti in grado di automatizzare i compiti piø frequenti, software che “ragionano” su informazioni proprie del livello concettuale umano, tutto questo senza che sia necessario uno stravolgimento dello spazio virtuale presente, ma semplicemente una sua riorganizzazione semantica. Il Web semantico, quindi, ha l’obiettivo di definire il modo di pubblicare informazioni in forma semantica e rendere queste informazioni dati, tutto ciò è possibile grazie al Linked Data (Capitolo 3), esso stesso parte del Web semantico, che definisce il modo di connettere tra loro questi dati attraverso l’uso di link. Secondo questa nuova visione della rete è possibile, quindi, interrogare il “nuovo” Web, composto di dati, per recuperare qualsiasi tipo di informazioni derivanti dalle piø diverse fonti , in modo mirato e sfruttare tali informazioni proficuamente in svariati settori in cui è fondamentale avere la conoscenza di un set di dati ristretto e rispondente ad una precisa interrogazione come per i sistemi di raccomandazione I sistemi di raccomandazione, descritti in dettaglio nel Capitolo 4, sono applicazioni che tentano di suggerire oggetti di interesse per l’utente (film, canzoni, libri, notizie, pagine web...), basandosi su alcune informazioni di profilo. Una classe particolare di sistemi di raccomandazione va sotto il nome di collaborative filtering. I sistemi di raccomandazione appartenenti a questa famiglia (sistemi collaborativi) combinano le informazioni fornite dagli utenti (es. i voti assegnati ad un insieme di oggetti), con dati raccolti implicitamente (es. gli oggetti comprati in passato). Questi dati sono confrontati con dati simili appartenenti ad altri utenti, e viene generata una lista di oggetti da raccomandare. Un altro tipo di implementazione (sistemi content-

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

jena
web semantico
weka
web 3.0
recommender system
sistemi di raccomandazione
json
android
context aware
mongodb
linked data
android sdk

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi