Skip to content

La Cost Analysis e la metodologia ABC

Informazioni tesi

  Autore: Mirko Patera
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master II in CFO - Direzione, amministrazione, finanza e controllo
Anno: 2012
Docente/Relatore: Giulio Greco
Istituito da: Università degli Studi di Pisa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 42

La sempre crescente necessità di avere un controllo aziendale a tutto tondo manifestato dalle imprese, di qualunque tipo esse siano, nel corso della loro esistenza all’interno dello strato economico sociale nel quale decidono di porre le loro radici, evidenzia come la questione stia diventando di estrema attualità e come essa stessa possa, nel corso degli anni a venire, diventare una prerogativa indispensabile per l’individuazione di un sistema che porti ad una corretta gestione aziendale.
Quest’esigenza si è sentita con maggiore intensità nel periodo post-crisi economica, interessando gran parte delle PMI italiane, che hanno dovuto lottare contro una stretta economica di notevole importanza, e che hanno visto nascere la necessità di riorganizzarsi per poter sopravvivere nel proprio mercato di riferimento.
L’aspetto organizzativo, inteso come complesso di input aziendali, rappresenta il tassello principale per un’impresa, di qualsiasi dimensione essa sia. Infatti è proprio il codice civile, nell’art. 2082, nel definire la nozione di imprenditore, che stabilisce l’importanza del concetto legato all’organizzazione. L’art. si presenta come segue:
“è imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica ORGANIZZATA al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi.”

L’organizzazione assume, quindi, un carattere di notevole importanza, soprattutto per quelle realtà che presentano non poche falle a livello macro-strutturale, dettate nella maggior parte dei casi dalla spregiudicatezza e dalla presunta saccenza degli imprenditori-padroni, che non colgono l’utilità di un processo di definizione ottimale della propria struttura imprenditoriale.
Il controllo di gestione è un aspetto che nel corso degli anni ha visto crescere la propria importanza, soprattutto nella già citata fase che ha colpito il sistema economico mondiale nel 2008 e negli anni a seguire, e di conseguenza il controllo dei costi, inteso come funzione inter-aziendale nata con l’intento di avere una stima quanto più puntuale ed esatta possibile della propria efficienza economica a livello produttivo, è una delle funzioni più importanti nell’ambito della gestione d’impresa ed è anche una delle funzioni meno presenti, nonostante i vantaggi che essa è in grado di portare a chi lo utilizza nel modo corretto. Infatti, impiantare un sistema di controllo dei costi ti permette di avere sempre notizie sulle modalità con cui si creano i costi all’interno dell’ azienda, in modo da poterli controllare per aumentare i profitti.
Ma non è solo questo il ruolo del sistema di controllo dei costi: infatti, esso fornisce anche elementi utili per stabilire, in modo adeguato ed in linea con gli obiettivi aziendali, il prezzo dei prodotti e/o dei servizi offerti. Inoltre, consente di tenere sotto controllo l’andamento economico dell’azienda, nel suo complesso, poichè permette di avere, in ogni istante, la rappresentazione veritiera di tutte quelle grandezze economiche che portano ad aver conoscenza dello stato di salute della stessa.
Detto ciò, si capisce come il primo passo da fare sia quello di identificare tutte le risorse che interagiscono nel complesso aziendale e tutto ciò che effettivamente concorre alla determinazione del costo di produzione, avendo così a disposizione gli elementi che interessano alla funzione aziendale che si dedica alla realizzazione del più adeguato sistema di Cost Management.
Del resto, come evidenziato anche dal Porter nella sua catena del valore, gli elementi che coinvolgono la gestione aziendale possono esser raggruppati in delle macro voci, tutte a supporto di un sistema adeguato di Management Control, che diventa il nostro elemento ‘’CORE’’ in fase valutativa, qualunque sia l’obiettivo della stessa valutazione.
Il punto di partenza di una qualunque attività d’impresa è la struttura sottostante la stessa. Tale struttura aziendale, caratterizzata da elementi interni ed esterni correlati tra di loro, deve esser definita in modo consono agli obiettivi aziendali ed alle risorse economiche in possesso.
Tracciato il percorso che porta dagli input agli output, ogni pezzo di questa catena viene analizzato e diventa una parte del processo di controllo dei costi. La situazione ottimale individuerebbe tutte le componenti del processo produttivo aziendale ed assegnerebbe loro il giusto peso in ordine ad alcuni parametri che possano rappresentare al meglio la corretta gestione dello stesso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Prefazione La sempre crescente necessità di avere un controllo aziendale a tutto tondo manifestato dalle imprese, di qualunque tipo esse siano, nel corso della loro esistenza all’interno dello strato economico sociale nel quale decidono di porre le loro radici, evidenzia come la questione stia diventando di estrema attualità e come essa stessa possa, nel corso degli anni a venire, diventare una prerogativa indispensabile per l’individuazione di un sistema che porti ad una corretta gestione aziendale. Quest’esigenza si è sentita con maggiore intensità nel periodo post-crisi economica, interessando gran parte delle PMI italiane, che hanno dovuto lottare contro una stretta economica di notevole importanza, e che hanno visto nascere la necessità di riorganizzarsi per poter sopravvivere nel proprio mercato di riferimento. L’aspetto organizzativo, inteso come complesso di input aziendali, rappresenta il tassello principale per un’impresa, di qualsiasi dimensione essa sia. Infatti è proprio il codice civile, nell’art. 2082, nel definire la nozione di imprenditore, che stabilisce l’importanza del concetto legato all’organizzazione. L’art. si presenta come segue: “è imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica ORGANIZZATA al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi.” L’organizzazione assume, quindi, un carattere di notevole importanza, soprattutto per quelle realtà che presentano non poche falle a livello macro- strutturale, dettate nella maggior parte dei casi dalla spregiudicatezza e dalla presunta saccenza degli imprenditori-padroni, che non colgono l’utilità di un processo di definizione ottimale della propria struttura imprenditoriale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
red[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

controllo di gestione
costi
activity based costing
azienda
abc
direct costing
full costing
cost analysis
analisi dei costi
costi diretti
costi indiretti
controllo dei costi
analisi aziendale
metodologie di costo
costi pieni
overhead costs

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi