Skip to content

Il ruolo simbolico del paesaggio nell'opera di Cesare Pavese

Informazioni tesi

  Autore: Renata Tartufoli
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master de langues, littératures et civilisations étrangères, spécialité italien
Anno: 2006
Docente/Relatore: François Livi
Istituito da: Université Paris Sorbonne - Paris IV
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

Grande è la varietà d’interpretazione delle metafore e dei simboli di cui Pavese addobba il paesaggio ed il cui significato va ben più lontano di quanto appaia a prima vista, poiché fanno appello a dati biografici, alla particolare psicologia e sensibilità dell’autore, alle ossessioni che lo condurranno al passaggio all’atto di quello che è stato chiamato “il vizio assurdo”.
Data questa complessità, abbiamo sviluppato il nostro studio nelle diverse direzioni d’interpretazione indicate dagli scrittori vicini a Pavese e abbiamo basato la nostra analisi sui dati biografici che ci sono parsi affidabili.
Su queste basi abbiamo studiato la presenza paesaggistica in Paesi tuoi, La casa in collina, La luna e i falò, ove, più che in altri romanzi, le piste biografiche ci permettono di andare direttamente all’essenziale, all’approccio della complessa personalità dell’autore, basandoci sugli elementi del paesaggio, sia questo campestre o cittadino, che assumono, più che altrove, un ruolo simbolico. Lo studio dei tre romanzi presi separatamente si è imposto con forza, poiché in ognuno gli elementi simbolici si riferiscono ad epoche diverse nella vita di Pavese. Il loro significato si modula dunque, orientandoci verso dati biografici e psicologici particolari. Per riassumere, Paesi tuoi permette una visione cittadina della vita campestre, la Casa in collina ci mostra un paesaggio maculato dal sangue dei partigiani e La luna e i falò è un ritorno alle origine mitiche del paese natale.
Rileggendo a distanza di qualche anno la tesi, mi è parso utile aggiungere qualche passaggio del diario “Il mestiere di vivere” e qualche poesia per rendere meno incompleto il ritratto di Cesare Pavese. D’altra parte in tutta la sua opera si risenta una tonalità, una successione di onde che si sviluppano dolcemente a partire dai luoghi mitici. La terra della sua campagna, le erbe, gli alberi i ruscelli, la solitudine nel paesaggio calmo, silenzioso, apportano alla sua psicologia tormentata un sentimento di pace. Il ritorno costante alla campagna gli permetterà di riprendere delle forze per meglio affrontare quello che chiamerà “il duro e doloroso mestiere di vivere”. Torino, anch’essa tanto amata, anch’essa indispensabile, gli permetterà un’alternanza indispensabile al suo fragile equilibrio, tra il “paesaggio campestre” e il “paesaggio cittadino”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 La campagna è un paese di verdi misteri al ragazzo, che viene d’estate. da "Lavorare stanca" 1) Preambolo allo studio a) Pluralità dei ruoli del paesaggio Analizzeremo tre opere di Pavese, nelle quali il paesaggio ci è parso svolgere, in modo diverso in ogni romanzo, un ruolo essenziale dal punto di vista simbolico. Il termine « simbolo », in letteratura, è inteso nel suo significato più abituale. Il dizionario lo definisce : « elemento concreto che rappresenta un’entità astratta ». Si deve anche precisare il termine « ruolo » che appare nel titolo di questo studio. Ruolo, secondo il dizionario, potrebbe significare che il paesaggio interviene come personaggio o come elemento contingente del decoro, un fondo che esprime l’ambiente o ancora un termine utilizzato nelle metafore al servizio dell’espressione dell’autore. Ora, si trova che l’utilizzazione del paesaggio in Pavese resiste a questa analisi parcellizzante poiché questo elemento è sfruttato in tutte le sue possibilità, ed i suoi molteplici impieghi sono imbricati gli uni negli altri. Il nostro studio non si limiterà a rilevare delle immagini appropriate ed evidenti, ma cercherà di scoprire, almeno in parte, le diverse funzioni più o meno simboliche del paesaggio e le sorgenti dalle quali derivano. Ne possiamo distinguere quattro maggiori : Introduzione

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicologia
simbolo
paesaggio
metafora
mito
mitologia
fuga
colpevolezza
pulsione
partigiano
ossessione
collina
mammella
egoismo
primitivo
racconto di viaggio
paesaggio campestre
paesaggio cittadino
passaggio all'atto
vizio assurdo
viltà
luoghi mitici
origini mitiche
litta partigiana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi