Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La trasparenza e i materiali innovativi in edilizia

La tesi presenta fondamentalmente la trattazione di due argomenti principali: la trasparenza e i materiali innovativi trasparenti edili.
Da ponte a questi due argomenti vi è una discreta argomentazione riguardante i fenomeni fisici connessi alla luce e alla natura ondulatoria della radiazione elettromagnetica. I principali fenomeni di ottica ondulatoria e geometrica esposti nella tesi sono: riflessione, rifrazione, dispersione, assorbimento e interferenza.
Nella prima parte della tesi, l' argomento "trasparenza" viene trattato non solo in chiave architettonica ma anche sotto il punto di vista figurativo e percettivo. Ampio spazio viene dato anche alle diverse tipologie di trasparenze ottenibili e riscontrabili nelle architetture non solo contemporanee.
Il secondo fulcro riguarda i materiali innovativi dove si elenca inizialmente quelle che sono le diverse tipologie di elementi trasparenti presenti sul mercato edile (come elementi plastici, vetri cromogenici o i TIM) dando voce ad un materiale particolarmente innovativo come il calcestruzzo traslucido. Proprio su quest' ultimo argomento si marca l' attenzione descrivendo le diverse tipologie nonchè i relativi processi di fabbricazione per produrli.

Mostra/Nascondi contenuto.
24 luglio 2012 INTRODUZIONE GENERALE | 1.1.. FUNZIONE ED EVOLUZIONE DELL’ INVOLUCRO EDILIZIO 1 1. INTRODUZIONE GENERALE 1.1. FUNZIONE ED EVOLUZIONE DELL’ INVOLUCRO EDILIZIO L’architetto Jacques Herzog attribuisce all’ involucro edilizio la seguente definizione: “Se dal punto di vista architettonico l’involucro edilizio è un elemento ricco di suggestioni, dal punto di vista fisico esso è il sistema di controllo che delimita il sistema termodinamico edificio”. L’involucro edilizio è un elemento architettonico che delimita e conclude perimetralmente l’organismo costruttivo e strutturale. La sua funzione è quella di mediare, separare e connettere l’interno con l’esterno, ma esso è anche un elemento ambientale, che delimita e identifica gli spazi esterni circostanti [1] . In maniera elementare, l’ involucro edilizio è composto da tante unità tecnologiche ed elementi tecnici che vanno a definire spazialmente il limite tra l’ ambiente interno e ambiente esterno [2] propri di un qualsiasi organismo edilizio o unità edilizia. 1 Francesco Gulinello, Figurazione dell’ involucro architettonico, Firenze, Alinea Editrice, 2010. 2 Ambiente interno: struttura logica che relaziona e racchiude le attività svolte dall’ utenza e in generale dall’ uomo con i requisiti prestazionali che l’ edificio stesso deve possedere al fine di ottimizzare lo svolgimento di tali attività. Il soddisfacimento dell’ esigenze dell’ utenza, quindi, viene garantito dall’ insieme delle prestazioni degli elementi spaziali e delle unità tecnologiche comprese nella struttura. Ambiente esterno: insieme di spazi aperti che possono essere anche di pertinenza dell’ edificio, interposto tra l’ edificio e la viabilità pubblica includendo così tutte le possibili condizioni al contorno e definendo il contesto ambientale di cui la struttura è circondata.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Vincenzo Balsamo Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3184 click dal 03/08/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.