Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi dei nuovi linguaggi femminili nella serie televisiva "Sex and the City"

L’obiettivo di questa tesi è analizzare il comportamento linguistico femminile, sia nell’interazione con altre donne che soltanto con uomini, tenendo presente le differenze sessuali e di genere, capire fino a che punto esso sia legato al concetto di sessualità femminile e quanto in realtà sia possibile accostarlo al tipo di comportamento linguistico prettamente maschile. All’interno della società occidentale uomini e donne ricoprono dei ruoli basati su specifici stereotipi che sono duri a morire e che ogni giorno condizionano i nostri comportamenti senza che noi ce ne rendiamo conto. Uno degli stereotipi tradizionali che persiste nella mente delle persone è che uomini e donne abbiano un tipo di comportamento linguistico diverso. Questa credenza si riflette, per esempio, sullo stereotipo che le donne hanno un tipo di linguaggio più frivolo, basato sui gossip, sul parlare in maniera sentimentale e romantica e che gli uomini non sono in grado di capirle e di parlare il loro stesso linguaggio. Si crede, inoltre, che le donne usino di meno il linguaggio tabù e che nelle interazioni sociali risultino essere più cooperative e gentili, che tendano ad esprimere un alto livello di coinvolgimento emotivo ed intimo con la persona con cui hanno una conversazione e comunichino maggiori feedback positivi rispetto agli uomini, non solo mediante il linguaggio verbale ma anche mediante quello del corpo. Dall’altra parte, poi, si tende a credere che gli uomini, nelle interazioni linguistiche, siano più competitivi, schietti, più diretti, più attenti al mantenimento della propria indipendenza e status sociale ed infine più inclini all’utilizzo di parole insultanti e sconce.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione L’obiettivo di questa tesi è analizzare il comportamento linguistico femminile, sia nell’interazione con altre donne che soltanto con uomini, tenendo presente le differenze sessuali e di genere, capire fino a che punto esso sia legato al concetto di sessualità femminile e quanto in realtà sia possibile accostarlo al tipo di comportamento linguistico prettamente maschile. All’interno della società occidentale uomini e donne ricoprono dei ruoli basati su specifici stereotipi che sono duri a morire e che ogni giorno condizionano i nostri comportamenti senza che noi ce ne rendiamo conto. Uno degli stereotipi tradizionali che persiste nella mente delle persone è che uomini e donne abbiano un tipo di comportamento linguistico diverso. Questa credenza si riflette, per esempio, sullo stereotipo che le donne hanno un tipo di linguaggio più frivolo, basato sui gossip, sul parlare in maniera sentimentale e romantica e che gli uomini non sono in grado di capirle e di parlare il loro stesso linguaggio. Si crede, inoltre, che le donne usino di meno il linguaggio tabù e che nelle interazioni sociali risultino essere più cooperative e gentili, che tendano ad esprimere un alto livello di coinvolgimento emotivo ed intimo con la persona con cui hanno una conversazione e comunichino maggiori feedback positivi rispetto agli uomini, non solo mediante il linguaggio verbale ma anche mediante quello del corpo. Dall’altra parte, poi, si tende a credere che gli uomini, nelle interazioni linguistiche, siano più competitivi, schietti, più diretti, più attenti al mantenimento della propria indipendenza e status sociale ed infine più inclini all’utilizzo di parole insultanti e sconce. Questa visione, poi, a volte sfocia in assurde e del tutto disputabili teorie secondo cui addirittura uomini e donne non parlano lo stesso linguaggio e provengono da due pianeti diversi. Esempi di questo genere sono quei manuali pseudo-scientifici definiti dalla sociologa inglese Susan Speer come “pop psycology advice books” 1 in 1 S.Speer 2005, p.44

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Filomena Raia Contatta »

Composta da 149 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2393 click dal 29/08/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.