Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Macchine distopiche e società fantascientifiche. Storia di una difficile convivenza

Attraverso l'analisi di sette romanzi si indaga il rapporto dell'uomo con le macchine e la tecnologia per scoprire quale influenza hanno avuto nei riguardi dell'ambiente, dell'alimentazione, del rapporto con la natura e nella definizione del territorio urbano. Sono inoltre analizzati i cambiamenti apportati al corpo umano, alla società, ai valori, al rapporto con il passato, alla cultura e alla spiritualità. I sette romanzi analizzati sono: Erewhon di Samuel Butler, La macchina si ferma di Edward Morgan Forster, Piano meccanico di Kurt Vonnegut, Abissi d'acciaio di Isaac Asimov, La penultima verità di Philip K. Dick, Johnny Mnemonico e Neuromante di William Gibson.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Lo scopo di questa tesi è indagare come si è evoluto il rapporto fra l’uomo e la macchina nella narrativa del secolo appena trascorso, vedere come sono state percepite le innovazioni tecnologiche e constatare il modo in cui si è cercato di integrare l’artificiale nella vita e nella società dell’uomo. Il concetto di macchina è di per sé ampio e variegato: può andare dal generico riferimento alla tecnica fino allo specifico dei prodotti più sofisticati della moderna tecnologia. Massimo Negrotti definisce la tecnica «l’arte di inventare beni tecnici e cioè mezzi materiali d’azione o di comunicazione con l’ambiente fisico o sociale […], l’insieme di quelle pratiche che permettono agli uomini di trarre il miglior partito dalle risorse naturali esistenti allo scopo di soddisfare i loro bisogni materiali e i loro ideali collettivi» 1 , ed è tenendo presente questo assunto che metterò in evidenza l’impiego delle macchine nei testi che esaminerò. Questo tema è trattato estesamente in opere utopiche, distopiche e fantascientifiche. Ho deciso di utilizzare per il mio lavoro opere appartenenti a questi generi letterari per potermi avvalere della loro potente capacità straniante e mettere così in evidenza dei temi che 1 Massimo Negrotti, Sociologia dell’ambiente tecnico. Saggio sull’equilibrio futuro del sistema cultura-tecnica, Franco Angeli Editore, Milano 1975, p. 56.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Edmondo Domenico Lopez Contatta »

Composta da 190 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2511 click dal 30/08/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.