Skip to content

Il trasporto multimodale

Informazioni tesi

  Autore: Luca Cecconi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Marittima e dei Trasporti
  Relatore: Monica Brignardello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Da questo studio è emerso come l'assenza di una disciplina internazionale uniforme, relativa al trasporto multimodale, ponga in essere gravi problemi in ordine alla regolamentazione del fenomeno. Tali problemi spesso si traducono in soluzioni differenti, non solo in riferimento ai vari ordinamenti a livello nazionale, ma anche nell'ambito dei medesimi sistemi giuridici dei singoli Paesi, ampliando in tal modo l'eterogeneità già presente nelle diverse discipline.
Per giungere ad una regolamentazione del trasporto in esame ed alla definitiva approvazione di un nuovo testo normativo internazionale è necessario che sia superata la tradizionale distinzione modale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I Origini, sviluppo e caratteristiche del trasporto multimodale 1. Il successo dei containers e le origini del trasporto multimodale Il fenomeno di integrazione tra i diversi modi di trasporto, nasce con l'evolversi del sistema di trasporto che vede nel container lo strumento fondamentale per permettere la rapida e sicura movimentazione della merce. L'esigenza di un contenitore multiuso, utilizzabile nei vari tipi di trasporto merci, fu avvertita in origine negli Stati Uniti nel primo dopoguerra, una prima idea a riguardo 1 venne proposta nel 1956 dall'imprenditore americano (autotrasportatore) Malcolm Mclean che, a seguito di una intuizione 2 avuta nel 1937, notò come potesse essere più semplice caricare su una nave l'intero corpo del camion, ove la merce era contenuta, piuttosto che stivarla a bordo della stessa 3 . Fu subito evidente che il nuovo sistema di movimentazione del carico avrebbe avuto successo difatti il processo di containerizzazione della merce ebbe un forte impulso specie nel trasporto marittimo tra Stati Uniti e Europa fin dagli anni sessanta del Novecento, trovando la definitiva consacrazione nel 1969 con la costruzione, a Genova, del primo terminal container del Mediterraneo 4 . Il container 5 offre diversi vantaggi: minor carico danneggiato, migliori operazioni logistiche, e maggiore velocità di imbarco e sbarco. Inoltre esso 1 L'inizio del container, visibile nel sito web: http://www.logisticamente.it/ShowDocument. 2 A. CAMPI, La storia del container, nel sito web: http://digilander.libero.it/il_loccio/ilcontainer.html. 3 A causa di una legge federale che impediva agli autotrasportatori di svolgere attività marittime negli USA, Mclean vendette la sua azienda d'autotrasporto per acquistare la compagni marittima Pan Atlantic e comperò due navi alle quali apportò delle modifiche per installare una piattaforma sul ponte, in seguito costruì nuovi contenitori e semirimorchi stradali. Grazie all'insieme di questi interventi nacque la moderna intermodalità. 4 Un significativo aspetto dell'implementazione del sistema containerizzato è stato la riduzione dei lavoratori portuali con la conseguente perdita di quell'ampio potere contrattuale di cui fino ad allora avevano goduto, ciò non sorprende poiché lavorando negli snodi fondamentali del trasporto potevano bloccare grandi flussi di merci anche con brevi scioperi. Un altro comparto che ha registrato una grande evoluzione tecnologica è quello delle gru portuali, che sono diventate sempre più grandi e veloci e oggi sono controllate da sistemi interamente computerizzati. 5 Il 50° anniversario del container, nel sito web: http://www.3sat.de/dynamic/sitegen/bin/sitegen/index.html. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

trasporto aereo
trasporto marittimo
trasporto ferroviario
combinato
trasporto multimodale
trasporto
intermodale
multimodale
trasporto terrestre
trasporto misto
sovrapposto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi