Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Differenze Culturali e Linguistiche nella Realizzazione dei Sottotitoli: Il Caso Simpson in Cina

Analisi della resa cinese di un episodio sottotitolato de "I Simpson".

Ho diviso la mia tesi di laurea in tre capitoli. Nel primo, a sua volta suddiviso in tre paragrafi, ho illustrato in linea generale la tecnica traduttiva del sottotitolaggio; ne ho descritto la nascita, le fasi di sviluppo che lo hanno caratterizzato e le caratteristiche generali che lo differenziano da altri tipi di traduzione audiovisiva all’interno del primo paragrafo; ho successivamente, all’interno del secondo paragrafo, delineato in maniera più approfondita le peculiarità della sottotitolazione facendo riferimento anche all’ampia letteratura di carattere teorico al riguardo; infine nel terzo paragrafo ho illustrato le tipologie di sottotitoli e le fasi attraverso cui essi vengono prodotti, nonché le diverse strategie attuabili per la creazione di sottotitoli efficaci in base ai diversi contesti.
Il secondo capitolo è anch’esso suddiviso in tre paragrafi, nel primo dei quali ho presentato la serie animata I Simpson dagli esordi di fine anni Ottanta al nuovo millennio, attraverso le fasi che l’hanno portata ad essere una delle serie animate più famose al mondo; ho invece dedicato il secondo paragrafo alla definizione degli elementi culturospecifici, presenti in grande quantità nella traduzione audiovisiva in generale e ne I Simpson in particolare data la natura fortemente connotata culturalmente dello show, prendendo in esame le strategie attuate per la loro traduzione, la quale non sempre è direttamente intuibile; nel terzo paragrafo ho introdotto infine il fenomeno del fansubbing o sottotitolaggio amatoriale in Cina, pratica nata e portata avanti grazie all’impegno non retribuito dei fan che si prestano alla traduzione e distribuzione di opere audiovisive in rete. Ho inoltre dato spazio alla presentazione della storia e delle caratteristiche del gruppo di sottotitolatori cinesi responsabili della traduzione dell’episodio de I Simpson preso in considerazione in questa tesi.
Il terzo capitolo è infine interamente dedicato all’analisi dell’episodio 21 della stagione 20 de I Simpson, ed è suddiviso in quattro paragrafi più un paragrafo conclusivo. Il primo narra la sinossi dell’episodio, nel secondo invece ho esposto, in due differenti sottoparagrafi, l’analisi lessicale riguardante la resa dei nomi propri e dei toponimi e quella riguardante le caratteristiche del linguaggio informale rilevate. All’interno del terzo paragrafo, anch’esso suddiviso in due sub-paragrafi, ho descritto le peculiarità sintattiche emerse nella traduzione, in particolar modo per quanto riguarda la realizzazione delle frasi interrogative e la distribuzione dell’informazione all’interno degli enunciati; il quarto paragrafo è infine ripartito in tre sottoparagrafi il cui scopo è illustrare i vari tipi di errori traduttivi emersi dall’analisi dell’episodio: lessicali, di resa delle espressioni ironiche e di interpretazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Nel mio percorso di studi, c‘è sempre stata la curiosità nei confronti delle diverse modalità di interazione tra le lingue e i settori audiovisivi, quali la cinematografia e la televisione. La volontà di approfondire le mie conoscenze in ambito linguistico, con l‘intento di sviluppare questo mio interesse, è una delle motivazioni che mi hanno spinto a percorrere questa strada. I Simpson si inseriscono perfettamente in questo contesto, e la scelta di analizzare tale serie è per me stata stimolante anche sotto altri punti di vista, come ad esempio quello culturale. Un prodotto come una serie animata, che all‘interno di una cultura può sembrare marginale, riflette perfettamente la realtà attuale in cui si assiste al contatto tra la millenaria tradizione cinese e la giovane cultura americana, con quest‘ultima che viene spesso presa come riferimento. Un altro fattore che mi ha spinto ad approfondire questo tema è stata la mia pregressa esperienza come fansubber: avere a che fare con questo mondo e poterne approfondire la conoscenza è stato per me un ulteriore incentivo. Ho diviso la mia tesi di laurea in tre capitoli. Nel primo, a sua volta suddiviso in tre paragrafi, ho illustrato in linea generale la tecnica traduttiva del sottotitolaggio; ne ho descritto la nascita, le fasi

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valeria Appetito Contatta »

Composta da 147 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 9966 click dal 14/11/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.