Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Integrazione europea, riorganizzazione del settore bancario e ''nazionalità'' degli assetti proprietari

Si tratta di una tesi riguardante le aggregazioni bancarie all'interno dell'unione monetaria europea, con una specifica del settore in Italia.
La domanda alla quale si vuole rispondere è quanto sia ancora importante la nazionalità di proprietà degli assetti bancari in occasione di una fusione tra istituti, rispetto all'appartenenza nella comunità europea che dovrebbe essere l'elemento, insieme all'efficacia ed all'efficienza, che dovrebbe motivare un M&A transnazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 Nel presente lavoro, è nostro intento analizzare il processo di integrazione che ha coinvolto il settore bancario europeo, con particolare riguardo alle operazioni di fusione ed acquisizione che hanno modificato gli assetti proprietari della struttura finanziaria europea e le loro implicazioni. In particolare verificheremo se il consolidamento avvenuto negli anni novanta, che aveva come orizzonte l’Unione Monetaria Europea e la successiva fase di introduzione della moneta unica, si sia svolto attraverso i confini all’interno dell’intera area europea oppure sia stato ancora rilevante la nazionalità di proprietà degli enti creditizi. Come primo passo, analizzeremo quali sono le determinanti e le motivazioni che hanno spinto gli operatori del settore ad operare attraverso delle mergers&acquisitions e quali spiegazioni ci offre la letteratura economica sugli effetti, impliciti ed espliciti, che tali operazioni comportano; inoltre riscontreremo come ci sia stato un notevole aumento nei processi di concentrazione bancaria in Italia ed in Europa e di come questi si siano distribuiti nel tempo. Nel secondo capitolo metteremo in luce il ruolo delle nuove tecnologie e di come possono contribuire alla diversificazione ed alla competizione bancaria, oltre a definire con maggiore esattezza che cosa siano phone banking, home banking e trading on line, cercando di interpretare quali siano le possibili evoluzioni e le opportunità che offrono attraverso internet, in relazione al mercato delle mergers&acquisitions. Nel terzo capitolo focalizzeremo l’evoluzione storica delle fusioni e acquisizioni in Europa, dalle condizioni iniziali prima dell’Unione Monetaria Europea fino alla fase di introduzione della moneta unica (Euro). In particolar modo evidenzieremo, con l’ausilio di grafici e dati statistici, l’evoluzione strutturale del settore bancario e finanziario dell’intera area UE, cercando di individuare quali sono stati i singoli paesi che si sono mostrati più reattivi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Massimo Norreri Contatta »

Composta da 134 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2713 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.