Skip to content

Negotiation and Policy Change - Administrative Structure of Japan after the Environmental Wave

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Marzella
  Tipo: Tesi di Master
Master in East Asian Studies
Anno: 2008
Docente/Relatore: Ampiah Kwekuew
Istituito da: University of Leeds
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 35

In the first part Japanese administrative structure will be analysed with the support of theoretical debates upon Ecological Modernization by remarkable scholars such as Arthur Mol, Martin Jänicke and Duncan Liefferink, whom research may be considered a core point from environmental perspective. The second part focuses on the renovation of Japanese administration between 1965-1970, with the establishment of the EA and a progressive roll back of the state towards a more independent initiative by the new institutions; this part will be supported by a theoretical framework coming from studies upon the interplay of actors, achievements and constrains by Brendan Barrett and Hidefumi Imura; the third part will be centred upon local governments initiatives for administrative guidance, this chapter will be supported by core studies from Ryo Fujikura and Miranda Shreurs and the analysis of case studies on prefectural level.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - Introduction From the early sixties until the end of seventies, Japan adopted a series of environmental policies following its economic miracle. For the extraordinary success in dealing with pollution constrains, Japan’s experience in environmental management has become an area of considerable research interest in inter-national academia. The pioneering achievements in the enactment of anti-pollution policies in Japan from 1960 to 1970 has been a matter of intense academic research and popular interest for the possible transferability of Japan’s experience to Asian developing countries now facing similar environmental problems to those Japan experienced in the past (Jänike 2002). In the literature particularly attention has been devoted to exploring the conceptual outcomes behind a successful policy-making to preserve environment and upgrade the quality of life. Respectively in the Japanese context, as well as in many Western countries, most of the literature has focused on particular policies and measures used after the rise of environment concern, but there has been much less discussion about the dynamics playing at the administrative level which de facto constituted a cornerstone for promoting successful partnership between the government and the private sector in dealing with pollution constrains. In general this process is the result of a complex interaction of influences and not of a single, isolated factor (Mol 2001); indeed environmental policy formulation and enforcement undoubtedly depends on strict and well-designed policy strategies, but it is the inter-communication between ministries and an equal task-sharing among institutions which permit an effective functioning. According to scholars, from the administrative and institutional perspective, the context of four elements is important to assess environmental management systematically; they are administrative cooperation, interaction between ministries for environmental improvement ,day- to-day operational rules for organizations, and the link between both formal and informal environmental institutions to promote administrative guidance, both at national and local level. These four elements work together to produce social-capacity support for all environmental managerial activities. In the specific case of Japan, the power-sharing structure found in the environmental administration has helped ministries to make join efforts in the formulation of policy once consensus on the need for action has been achieved. After the rise of social movements and protests, the cooperation between ministries has been deeply involved in the process of responding to the growth/environment dilemma; MITI and MHW in particular have been

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi