Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'accertamento sintetico in materia fiscale

Nell'attesa della versione definitiva del riccometro e dell'applicazione che, ai commi 4 e ss. dell'art. 38 D.P.R. n. 600/1973, daranno gli Uffici finanziari è possibile, tuttavia, svolgere alcune considerazioni.
In primo luogo circa la necessità di una simile riforma.
Era necessario uno strumento accertativo che, se da un lato, doveva essere in grado di prendere in considerazione bisogni (e quindi spese) prima trascurati – ovvero di cogliere quelli già considerati in maniera più accurata – dall'altro, doveva offrire al contribuente la capacità di difendersi opportunamente.
Ma i propositi annunciati dal legislatore all'art. 22, comma 1, del D.L. n. 78/2010, che in modo rassicurante sembrano voler avvertire il contribuente che d'ora in avanti pagherà soltanto ciò che deve, troveranno un riscontro nella realtà dei fatti?

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO PRIMO L'ACCERTAMENTO DELLE IMPOSTE DIRETTE 1.1 Evoluzione dei sistemi di accertamento: tra reddito effettivo e reddito medio-normale. Con riguardo alle imposte sul reddito, l'evoluzione dei metodi di accertamento è caratterizzata dal contrasto tra la tendenza all'individuazione del reddito effettivo e la tendenza alla individuazione di un reddito formale, per medie, classi, coefficienti e simili 1 . Questa alternativa riflette la difficoltà di conciliare la tendenza alla determinazione della capacità contributiva effettiva del soggetto con le importanti obiezioni sul piano della effettuabilità concreta degli accertamenti e dei controlli 2 . All'inizio del secolo scorso, la staticità delle forme di manifestazione della ricchezza ha portato all'introduzione di metodi standardizzati, per la ricostruzione del presupposto impositivo. Si consideri, per esemplificare, il sistema dell'imposta di ricchezza mobile che, mediante l'applicazione di criteri “paracatastali”, determinava l'individuazione di un reddito medio-normale. Ciò era il risultato della scarsa rilevanza riconosciuta alla dichiarazione 1 FANTOZZI A., Accertamento tributario, in Enciclopedia giuridica Treccani, 1988, 15. 2 FANTOZZI A., Corso di diritto tributario, Torino, UTET, 2005, 190.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Roberto Terranova Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1275 click dal 20/09/2012.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.