Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dono e Riconoscimento: una Prospettiva Filosofica

Introduzione al concetto di Dono, teorizzato in antropologia da Marcel Mauss e poi ripreso da Levi-Strauss, che attraverso la riconcettualizzazione di Marcel Henaff, Alain Caille, Levinas e Ricoeur acquista valenza filosofica nel campo del riconoscimento interindividuale.
Il tentativo di questa tesi e' stato di costruire un fil rouge che collegasse, ruotando intorno alla dinamica dono-riconoscimento, autori accomunati da un profilo di ricerca che cerca di svelare i meccanismi dietro al "Mistere du don".

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Questo elaborato è una breve introduzione alla problematica che ha come oggetto il rapporto tra dono cerimoniale arcaico e la dinamica del riconoscimento interindividuale. L’obbiettivo è di per sé assai ambizioso, soprattutto per il fatto che il suddetto argomento prende corpo in tempi abbastanza recenti (in maniera più definita solo nell’ultimo decennio) e che la trasversalità del tema facilita la possibilità di risultare dispersivi e poco chiari. I campi coinvolti nella presente proposta sono, infatti, per la natura stessa dell’oggetto, differenti e compositi: comprendono un approccio antropologico ed etnologico (Mauss e Lévi-Strauss), uno sociologico (Caillé), uno filosofico ed antropologico (Marcel Hénaff) e, infine, un punto di vista marcatamente filosofico (Ricoeur e Lévinas). Seguendo quest’ordine la presente ricerca si dividerà in tre capitoli contraddistinti rispettivamente da una preminenza di elementi socio-antropologici nella prima parte, antropologici e filosofici nella seconda e prettamente filosofici nella terza ed ultima sezione. Cosa dunque può accomunare domini di pensiero tanto affini quanto differenti? Come accennato, il collegamento risiede principalmente nella natura complessa della dinamica in questione: il dono cerimoniale arcaico. Fu il famoso antropologo francese Marcel Mauss che negli anni venti del novecento portò all’attenzione della riflessione antropologica il carattere particolarmente fecondo di un cerimoniale effettuato in alcune isole del pacifico (Melanesia e Nuova Guinea) e nel nord-ovest americano. In simili culture il dono compare come un principio strutturante e un “fenomeno sociale totale”, ovvero riguardante tutti gli aspetti materiali e simbolici della società in cui è effettuato. La sua essenza relazionale si riassume nella triplice obbligazione di donare, ricevere, rendere, in cui il gesto di contraccambio è implicato ed incluso nella

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Lorenzo Todorow Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1848 click dal 01/10/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.