Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La revocazione per errore di fatto ricadente sugli atti processuali

Il presente lavoro ha lo scopo di analizzare l'istituto della revocazione e della sua incidenza sull'errore di fatto.
Si compone di tre capitoli.
Il primo ha ad oggetto la trattazione di nozioni introduttive quali: l'atto processuale (caratteristiche e vizi), l' analisi dell'errore di fatto e del rapporto intercorrente tra quest'ultimo e l'istituto in esame.
Nel secondo capitolo l'analisi viene svolta alla luce di importanti sentenze degli organi amministrativi, del C.d.S. nonchè della Cassazione.
Inoltre, viene posto l'accento sul rapporto tra l'istituto della revocazione e l'arbitrato.
L'ultimo capitolo del lavoro fa riferimento alla Giurisprudenza del C.d.s. e permette un'analisi critica dell'istituto, analisi che proseguirà nelle conclusioni della tesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 CAPITOLO PRIMO NOZIONI INTRODUTTIVE 1.1 L’ATTO PROCESSUALE: CARATTERISTICHE E VIZI E’ il libro primo titolo sesto del codice di procedura civile a definire l’atto processuale: “Sono definiti tali quegli atti compiuti dai soggetti che operano nel processo e che hanno come loro conseguenza la nascita, la modifica o l’estinzione di un rapporto processuale.” 1 Tali atti , concatenati in un certo ordine tra loro, costituiscono la spina dorsale del processo civile, dando vita a quello che viene definito Procedimento Civile, il cui atto finale è rappresentato dal provvedimento. In ogni atto processuale sono individuabili i seguenti elementi essenziali: Forma, Volontà e Causa. L’articolo 121 del c. p. c. stabilisce che: “Gli atti del processo, per i quali la legge non richiede forme determinate, possono essere compiuti nella forma più idonea al raggiungimento del loro scopo”. 2 Va precisato però che, secondo alcuni autori, tra i quali possiamo annoverare il Mandrioli, il vero significato dell’art.121 andrebbe cercato nel sancito principio della 1 Codice di procedura civile e principali leggi complementari. Ed.Giuridiche Simone 2001 2 Codice di procedura civile e principali leggi complementari Ed. Giuridiche Simone 2001

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gemma Armenante Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 747 click dal 03/10/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.