Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Architettura ed efficienza energetica

Il motivo per qui abbiamo scelto di affrontare nella nostra tesi di laurea triennale il tema dell'efficienza energetica è dovuto innanzitutto dal fatto che è un tema di estrema attualità e di assoluta necessità per il futuro. Un futuro non troppo lontano se si considerano le attuali condizioni del nostro pianeta e il trend negativo delle nostre emissioni ; il quale ha subito una sostanziale frenata ma è ben lontano dagli impegni presi con il Protocollo di Kyoto del 1997.
All'interno vi trovate, una panoramica mondiale sulla questione climatica e il Protocollo di Kyoto; nozioni base sul progetto CasaClima e la valutazione energetica secondo il protocollo CENED
Riferiti al nostro progetto vi sono: ottimizzazione energetica, la scelta dei materiali e le fonti di energia rinnovabile.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il motivo per qui abbiamo scelto di affrontare nella nostra tesi di laurea triennale il tema dell'efficienza energetica è dovuto innanzitutto dal fatto che è un tema di estrema attualità e di assoluta necessità per il futuro. Un futuro non troppo lontano se si considerano le attuali condizioni del nostro pianeta e il trend negativo delle nostre emissioni ; il quale ha subito una sostanziale frenata ma è ben lontano dagli impegni presi con il Protocollo di Kyoto del 1997. La scelta del progetto da sottoporre al lavoro di analisi della tesi è ricaduta sul laboratorio di Costruzione Architettonica 1 tenuto dal professor Andrea Campioli, nel quale veniva richiesta la progettazione di unità abitative nel comune di Meda (MI) per circa 24 persone di ogni categoria d’utenza e improntate sulla flessibilità degli alloggi. Nel corso del Laboratorio è stato particolarmente curato lo sviluppo delle unità abitative a seconda delle esigenze dei futuri fruitori e lo sviluppo e rappresentazione dei particolari tecnologici fino alla scala 1:5 con sezioni, assonometrie ed esplosi. Si era effettuato inoltre, anche se in maniera sommaria, il calcolo del CD e le trasmittanze delle pareti. Lo stesso progetto è stato oggetto di esercitazione del anche del corso opzionale “Strategie energetiche sostenibili per il progetto” tenuto dal prof. Butera al terzo anno in cui si erano confrontate e valutate alcune ipotesi di combinazione tra impianti per la produzione di energia elettrica e acqua calda prevedendo per quanto possibile l'uso di energie rinnovabili. Il nostro lavoro di approfondimento volto a migliorare le caratteristiche del progetto per raggiungere alti standard di efficienza energetica si è sostanzialmente mosso in due direzioni: ipotesi e confronti per la scelta delle componenti degli elementi strutturali e studio sulle aperture della facciata orientata a sud. Per i calcoli dei fabbisogni energetici abbiamo usato l'ultimo aggiornamento del programma CENED ( dicembre 2007), divenuto recentemente obbligatorio per ogni edificio di nuova costruzione. I grafici e le tabelle ottenuti caricando i diversi dati tecnici del progetto sono state usate per confrontare le varie soluzioni e la classe di consumo energetico che si era raggiunta.

Laurea liv.I

Facoltà: Architettura

Autore: Stefano Nodari Contatta »

Composta da 55 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3844 click dal 09/10/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.