Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le indicazioni geografiche come beni di club

Questo lavoro mira a mettere in relazione la teoria economica dei beni di club applicata al caso delle indicazioni geografiche (DOP IGP), allo scopo di comprenderne le implicazioni economiche.
A tal fine è proposta una rassegna della letteratura accademica sull'argomento e sono proposti degli spunti di analisi secondo noi rilevanti per capire il fenomeno, oltre ad un'accurata analisi del framework legislativo europeo ed internazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La questione della qualità è da tempo un argomento dibattuto e studiato, specialmente per quanto riguarda i prodotti agro-alimentari, che, in quanto destinati all'alimentazione e quindi determinanti nella salute, giocano un ruolo fondamentale per il benessere dell'intera collettività. È pertanto necessario un corretto sistema di comunicazione, che consenta di individuare i prodotti che assicurano determinate qualità in base al loro legame con il territorio di origine. Il lavoro che abbiamo svolto è stato mirato allo studio dei beni che, in virtù delle loro peculiarità legate al territorio, risultano meritevoli di particolare protezione attraverso una restrizione delle possibilità di utilizzo del nome geografico ai soli prodotti e produttori che rispettino particolari regole, e degli effetti che tale riconoscimento comporta sia nei confronti del bene stesso, sia verso i produttori che nei confronti dei consumatori. In particolare la nostra analisi si è rivolta allo lo studio delle indicazioni geografiche sul modello europeo (DOP/IGP), ed alla loro natura economica: la teoria applicabile a tali prodotti ci consente infatti di poterli caratterizzare come una particolare categoria di beni, conosciuti agli economisti come beni di club per le loro caratteristiche di escludibilità e non rivalità, rendendo possibile uno studio approfondito attraverso strumenti ed argomentazioni teoriche proprie di questo tipo di analisi. Proprio in questa direzione abbiamo diretto la nostra attenzione allo scopo di individuare quali peculiarità permettessero l'applicazione delle teorie alla fattispecie delle indicazioni di origine, studiandone le motivazioni e mettendone in luce gli aspetti critici che secondo noi sono maggiormente interessanti, in base alle informazioni che siamo riusciti a raccogliere durante l'approfondimento della materia. L 'analisi è stata volutamente ristretta soltanto a certe tematiche, attraverso una trattazione che prescindesse dalla costruzione di complicati modelli teorici, ma che si soffermasse sui contenuti più significativi in grado di fornire una spiegazione dei fenomeni trattati più facilmente accessibile ed applicabile alla realtà. Questo lavoro non vuole quindi essere un trattato di teoria economica, ma ha l'intento di fornire una visione 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Claudio Marchi Contatta »

Composta da 49 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1782 click dal 22/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.