Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La visione estetica di Herbert Read fra umano e postumano

L'ipotesi centrale della tesi è la possibile attualità della visione estetica di Herbert Read in rapporto ai fenomeni della società contemporanea (razionalismo scientifico, società dei consumi, postmoderno e post-umano, infosfera).
Si è voluto tentare di accostare questo autore-considerando il suo contributo estetico-artistico, antropologico, pedagogico e sociale-, ad altre figure di pensatori (Cassirer, Gehlen, Plessner, Dewey, Goodman, Marquard), che hanno auspicato il passaggio da un'estetica ontologica ad un approccio estetico come prassi antropologica. Tale approccio era finalizzato al superamento di una visione antropocentrica e di dicotomie quali mente-corpo, natura-cultura, spirito-materia, presenti ancora oggi in alcune tendenze e movimenti teorici (transumanesimo , iperumanesimo), per il recupero dell'unità organica biologica dell'essere umano da intendersi come sistema aperto all'ibridazione, alla contaminazione, all'alterità, intesa non soltanto come tecnologia, ma anche come teriosfera, antroposfera, infosfera e l'ambiente condizionato dagli effetti delle sostanze psicotrope.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione L’ipotesi centrale della presente tesi è la possibile attualità della visione estetica di Herbert Read in rapporto ai fenomeni della società contemporanea (razionalismo scientifico, società dei consumi, post -umano, infosfera). Si è voluto tentare di accostare questo autore – considerando il suo c ontributo estetico – artistico, antropologico, pedagogico e sociale –, ad altre figure di pensatori (Cassirer, Gehlen, Plessner, Dewey, Goodman, Marquard), che hanno auspicato il passaggio da un’estetica ontologica ad un a pproccio estetico come prassi antropologica. Tale approccio era finalizzato al superamento di una visione antropocentrica e di dicotomie come mente– corpo, natura –cultura, spirito – materia, presenti ancora oggi in alcune tendenze e m ovimenti teorici (transumanesimo, iperumanesimo) per il recupero dell’unità organica biologica dell’essere umano da intendersi come un sistema aperto all’ibridazione, alla contaminazione, all’alterità, intesa non soltanto come tecnologia, ma anche come teriosfera, antroposfera, infosfera e l’ambiente condizionato dagli effetti delle sostanze psicotrope. Nella prima parte s’intende acquisire una panoramica della contemporaneità, cogliendo gli aspetti problematici sottesi al repentino sviluppo della tecno-scienza. In particolare dopo aver esplicitato le peculiarità e l e problematicità insite nella modernità e nella post -modernità, si cercherà di evidenziarne gli aspetti chiave, quale ad esempio l’approdo a una crisi di valori positivi dettato dal limite di un

Tesi di Laurea

Facoltà: Filosofia

Autore: Serafino Caggiano Contatta »

Composta da 259 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2146 click dal 23/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.