Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di interazione popolazione sostanze tossiche: analisi qualitativa e controllo ottimo

Lo scopo della presente tesi `e di studiare, dal punto di vista dell’analisi qualitativa e del controllo, due modelli matematici di interazione tra popolazioni e sostanze tossiche in un ambiente inquinato. In questo lavoro di tesi i modelli di Hallam e Freedman-Shukla sono studiati sia attraverso l’analisi qualitativa delle soluzioni (in particolare esistenza e stabilit`a locale degli equilibri) sia attraverso la teoria del controllo ottimo. Quest’ultimo approccio è basato sull’ipotesi che sull’ecosistema si possa agire con un intervento di depurazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Lo scopo della presente tesi ` e di studiare, dal punto di vista dell’analisi qualitativa e del controllo, due modelli matematici di interazione tra popolazioni e sostanze tossiche in un ambiente inquinato. Entrambi i modelli analizzati sono costituiti da un sistema di tre equazioni di e- renziali ordinarie non lineari. Il primo, cui ci riferiremo nel seguito come Modello di Hallam ` e stato introdotto da T. G. Hallam ed i suoi collaboratori in un articolo pubbli- cato nel 1983 sulla rivista Journal of Mathematical Biology [9]. Tale modello descrive l’evoluzione nel tempo di tre variabili di stato: una popolazione vivente nell’ecosiste- ma (la cui misura ` e indicata col simbolo x), la concentrazione di una o pi` u sostanze tossiche presenti nell’ecosistema (c e ) e la concentrazione di sostanze tossiche assorbite o ingerite dalla popolazione e quindi presenti all’interno dei singoli organismi viventi (c 0 ). Il modello di Hallam, che per la sua formulazione risulta particolarmente adatto a rappresentare la dinamica di ambienti acquatici, ` e stato successivamente esteso e applicato in molti diversi contesti quali, ad esempio, la competizione di popolazioni itra e inter-specifica, l’evoluzione in ambiente di tipo chemostato e l’evoluzione in ambienti con capacit` a portante variabile ([3, 10, 13]). Il secondo modello oggetto della tesi ` e il cosiddetto Modello di Freedman-Shukla, proposto da J. B. Shukla e H. I. Freedman nel 1991, [6]. Tale modello ` e una delle estensioni pi` u importanti del modello di Hallam e si basa sulla idea che una migliore rappresentazione della realt` a si pu` o conseguire assumendo che: i) la capacit` a portante dell’ambiente non sia costante, ma dipendente dalla quantit` a di sostanza tossica presente nell’ambiente stesso; ii) la dinamica della sostanza tossica presente negli organismi dipenda dalla quantit` a totale di organismi presenti nell’ambiente. In questo lavoro di tesi i modelli di Hallam e Freedman-Shukla sono studiati sia attraverso l’analisi qualitativa delle soluzioni (in particolare esistenza e stabilit` a locale degli equilibri) sia attraverso la teoria del controllo ottimo. Quest’ultimo approccio ` e basato sull’ipotesi che sull’ecosistema si possa agire con un intervento di depurazione, ipotesi rappresentata nel modello da un termine negativo nel bilancio della equazione di c e . Nel decidere la strategia di intervento, che si suppone duri per un tempo finito T, si assume che si debba analizzare il trade-o tra la riuscita dell’intervento ed i co- sti che questo comporta. Il problema di controllo viene quindi a rontato utilizzando tecniche del controllo ottimo e, in particolare, il Principio di Pontryagin ([1, 8]). Da un punto di vista dell’analisi matematica, vengono ricavate le equazioni di ottimalit` a e viene discusso il problema dell’esistenza e unicit` a del controllo ottimo. L’analisi del- le soluzioni ottime viene poi proseguita mediante metodi numerici. In particolare, si studiano le strategie ottime di intervento quando il sistema ` e inizialmente in equilibrio o in crisi. I dati iniziali di equilibrio corrispondono all’equilibrio localmente asinto- 5

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Gabriella Monaco Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 440 click dal 24/10/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.