Skip to content

Le potenzialità dell'energia rinnovabile: analisi di profittabilità di un investimento nel fotovoltaico

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Maria Ronconi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Direzione d'impresa: Finanza
  Relatore: Carlo Andrea bollino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

L’uso continuato delle fonti fossili negli ultimi anni ha reso critica la situazione ambientale in termini di cambiamenti climatici ed emissioni inquinanti.
L’attenzione si sta concentrando sulla maggiore richiesta di fonti di energia da parte dei Paesi emergenti. L’esigenza crescente di nuova energia ha accelerato il processo di “rivoluzione energetica” per la risoluzione delle problematiche relative lo sviluppo sostenibile.
In questo contesto, l’insieme delle regole inteso come sistema di relazioni tra aree geografiche, politiche ed economiche, diventa fondamentale.
La sottoscrizione del protocollo di Kyoto ha comportato lo sviluppo di nuove fonti rinnovabili che hanno assunto, così, un ruolo importante nella riduzione della dipendenza dalle fonti di energia fossile determinando anche un miglioramento del mix delle fonti di energia con una riduzione delle emissioni di CO2.
L’introduzione delle fonti di energia rinnovabile ha inevitabilmente determinato una maggiore sicurezza negli approvvigionamenti di energia primaria, alimentando la speranza che il mercato dell’energia possa aprirsi sempre più verso questo tipo di energia pulita.
L’energia solare, in particolare è una fonte inesauribile che se sfruttata in modo adeguato, potrebbe soddisfare l’intero fabbisogno mondiale di energia.
Nel primo capitolo viene svolta una analisi del panorama energetico mondiale, con riferimento al consumo mondiale di energia e l’evoluzione della relativa domanda e offerta; con l’ausilio della documentazione dell’International Energy Agency .
Da questa prima analisi emerge come il petrolio rappresenti da solo quasi la metà della fonte della fornitura di energia.
Nel secondo capitolo l’attenzione si concentra sul ruolo delle energie rinnovabili, le quali negli ultimi anni hanno assunto un ruolo sempre più importante, principalmente nei paesi appartenenti all’OCSE.
Questa nuova tendenza è dovuta alla necessità di raggiungere obbiettivi definiti di riduzione delle emissioni di gas serra e la conseguente riduzione della dipendenza dai combustibili fossili,
Oggetto di analisi sono diverse tipologie di fonti rinnovabili: l’eolico, il solare, il geotermico, la biomassa e l’idroelettrico. L’analisi considera per ognuna delle suddette tipologie: le potenzialità, l’economicità e l’impatto ambientale.
Nel terzo capitolo infine si approfondiscono le modalità attraverso le quali viene misurato lo sviluppo sostenibile; confutando l‘ipotesi che questo possa essere calcolato solo ed esclusivamente mediante l’utilizzo del PIL. Attraverso tale analisi si dimostra che il PIL deve essere misurato necessariamente come una combinazione di indicatori individuati per completare le informazioni che desumiamo da un’attenta analisi dello stesso PIL.
Nel secondo paragrafo del capitolo si analizza quello che è stato nel corso degli anni il percorso istituzionale dei Paesi e che ha permesso di individuare le politiche necessarie al perseguimento dello “sviluppo sostenibile”.
Nel terzo ed ultimo paragrafo, dopo aver analizzato l’influenza che ha il settore energetico sull’ambiente, vengono individuati gli elementi necessari al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile: il controllo delle emissioni in atmosfera dei gas serra e la progressiva eliminazione dei combustibili fossili.
Per raggiungere gli obbiettivi individuati nel Protocollo di Kyoto, l’Italia ha adottato il meccanismo dei “Certificati verdi” e quello dei “Titoli di Efficienza Energetica”; strumenti utili per incrementare l’efficienza energetica e l’impiego di fonti rinnovabili.
Nel quarto ed ultimo capitolo vengono esaminate le modalità di funzionamento dell’incentivazione degli investimenti nel settore del fotovoltaico, introdotto dal Decreto Ministeriale del 05/05/2010. Questa normativa definisce i criteri utilizzati per l’incentivazione di produzione di energia elettrica da impianti solari fotovoltaici. Nella seconda parte si esamina la profittabilità di un investimento nel settore del fotovoltaico in Italia, applicando il meccanismo del “conto energia”.
L’obbiettivo di questo elaborato è quello di dimostrare come la tipologia dell’incentivo ad oggi applicata garantisca un ritorno economicamente vantaggioso, dando origine a risultati profittevoli e redditizi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L’uso continuato delle fonti fossili negli ultimi anni ha reso critica la situazione ambientale in termini di cambiamenti climatici ed emissioni inquinanti. L’attenzione si sta concentrando sulla maggiore richiesta di fonti di energia da parte dei Paesi emergenti. L’esigenza crescente di nuova energia ha accelerato il processo di “rivoluzione energetica” per la risoluzione delle problematiche relative lo sviluppo sostenibile. In questo contesto, l’insieme delle regole inteso come sistema di relazioni tra aree geografiche, politiche ed economiche, diventa fondamentale. La sottoscrizione del protocollo di Kyoto ha comportato lo sviluppo di nuove fonti rinnovabili che hanno assunto, così, un ruolo importante nella riduzione della dipendenza dalle fonti di energia fossile determinando anche un miglioramento del mix delle fonti di energia con una riduzione delle emissioni di CO2. L’introduzione delle fonti di energia rinnovabile ha inevitabilmente determinato una maggiore sicurezza negli approvvigionamenti di energia primaria, alimentando la speranza che il mercato dell’energia possa aprirsi sempre piø verso questo tipo di energia pulita. L’energia solare, in particolare è una fonte inesauribile che se sfruttata in modo adeguato, potrebbe soddisfare l’intero fabbisogno mondiale di energia. Nel primo capitolo viene svolta una analisi del panorama energetico mondiale, con riferimento al consumo mondiale di energia e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi