Skip to content

La Costituzione del 3 maggio 1791. Evoluzione e rivoluzione in Polonia alla fine del XVIII secolo.

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Bencini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Studi Internazionali
  Relatore: Sandra Cavallucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 106

Il lavoro è incentrato sull'analisi, oltre che del testo costituzionale in sé - svolta capitolo per capitolo a fronte dell'originale polacco - delle condizioni politiche, storiche, socio-economiche e diplomatiche che portarono all'approvazione della Costituzione del 3 maggio 1791. Quella che per molte cancellerie straniere fu una "rivoluzione", nella mente degli autori del testo era solamente l'inizio di un percorso politico e statuale evolutivo che avrebbe dovuto portare la Confederazione ad un nuovo benessere interno, svincolata da ingerenze straniere. Nel testo vi è inoltre un'analisi comparativa fra le proposte di riforma statuale di alcuni fra i più influenti pensatori politici contemporanei, polacchi e stranieri.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE. Uno Stato, una Nazione, un Popolo, spesso si identificano in un simbolo e un simbolo può esercitare un potere enorme: quello di forgiare l’identità di chi se ne appropria. Per 123 anni la Polonia ed i Polacchi hanno dovuto cercare la propria identità nazionale, la propria storia, in simboli del passato. Se ancora oggi la musica a tratti struggente, musica di dolore e di dignità, di Fryderyk Chopin è illustrazione del carattere di un intero popolo, per molti anni i patrioti polacchi hanno tratto la loro forza ed il loro orgoglio dal ricordo dell’ultima grande opera nazionale precedente alla rovina del 1795: la Costituzione del 3 Maggio 1791. La scelta di scrivere la mia tesi di laurea su questo spinoso e poco studiato (almeno in Italia) argomento è stata dettata in primo luogo dalla curiosità che ho provato a lezione, quando affrontammo l’argomento della cancellazione della Polonia-Lituania dalla carta geografica d’Europa sul quale, ammetto, ero sufficientemente ignorante. Nello scrivere questo elaborato ho dovuto in primo luogo confrontarmi con il testo originale polacco del 1791, non esistendo una versione tradotta in lingua italiana moderna abbastanza fedele all’originale. La versione italiana pubblicata a Napoli agli albori del secolo successivo presenta omissioni notevoli, ed alcuni “arrangiamenti” legati al contesto che avrebbero viziato l’analisi storica: si veda ad esempio la modifica dell’incipit. In assoluta modestia mi sono permesso di riportare e poi tradurre in italiano alcuni brani dall’originale polacco, utilizzandoli come base per il mio lavoro. Durante la ricerca bibliografica sono rimasto colpito da un’osservazione dello storico Norman Davies: egli sostiene che la Costituzione del 3 Maggio abbia costituito, per la Polonia, più un cambiamento di tipo evolutivo che rivoluzionario in senso stretto. Questa affermazione era in netto contrasto con alcuni testi in cui mi ero imbattuto, che parlavano di “Rivoluzione Polacca del 1791”. E’ da questo contrasto, e dalla dicotomia evoluzione-rivoluzione, che sono partito ed ho cercato di esporre le caratteristiche del testo oggetto della tesi. La tesi si apre con una ampia introduzione storica, nella quale ho cercato di descrivere le vicende che portarono gradualmente al formarsi dell’insieme di leggi vigenti nella primavera del 1791: la cosiddetta “vecchia costituzione”. Il processo fu lungo e disomogeneo, trattandosi nella maggior parte dei casi di soluzioni di compromesso fra il sovrano e la classe nobiliare in seguito a conflitti interni. Il periodo preso in esame si conclude con quella mattina del 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

costituzione
polonia
rousseau
res publica
diritto polacco
storia della polonia
varsavia
3 maggio 1791
costituzione del 3 maggio
polonia-lituania
confederazione polacco-lituana
szlachta
sejm
stanislao augusto
poniatowski
kollataj
mably
scipione piattoli
caterina ii
storia polacca
diplomazia polacca
spartizioni
danzica
nobiltà polacca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi