Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra salvaguardia della natura e valorizzazione turistica: opportunità e criticità nei Berici

La mia ricerca si è svolta entro l’area dei Colli Berici, zona collinare sita nella provincia di Vicenza. Un territorio che, nel corso del tempo, non ha saputo investire su di un turismo basato sull’immenso patrimonio storico-culturale, rurale e naturalistico presente, e che, solo di recente, ha visto in questo ambito una possibilità di crescita per la zona. Si tratta, inoltre, di un territorio che, per lungo tempo, non ha beneficiato di un’accorta politica di tutela e salvaguardia ambientale, ma che oggi è stato riconosciuto, per le particolari valenze naturalistiche che lo caratterizzano, come sito d’importanza comunitaria e “area di massima tutela paesaggistica”.
Scopo di questa ricerca è di comprendere come la difesa dell’ambiente si possa conciliare con un’attività ambivalente qual è il turismo, che si trova ad essere, contemporaneamente, strumento di sviluppo per le aree interessate e causa di degrado delle stesse. E più in particolare si cerca di valutare se lo sviluppo di una fruizione turistica sostenibile possa essere realisticamente perseguibile e possa trasformarsi in una concreta possibilità di sviluppo per l’area.
Ho scelto come modalità d’indagine l’intervista e l’analisi della documentazione relativa alla pianificazione del territorio, alla gestione, tutela e salvaguardia della sua biodiversità, nonché un piano per la definizione di strategie di sviluppo locale.
Nel primo capitolo, ho introdotto e analizzato, nelle sue diverse sfaccettature, il concetto di turismo sostenibile, soffermandomi, in particolare, sul ruolo che riveste nell’incentivare lo sviluppo del territorio.
Nel secondo capitolo, ho introdotto il territorio oggetto d’analisi, con una descrizione tesa ad individuarne i caratteri peculiari e ad illustrarne i principali cambiamenti socio-culturali ed economici che l’hanno interessato, nell’arco degli ultimi cinquanta – sessanta anni.
Nel terzo capitolo, ho analizzato i seguenti documenti: il Piano di Area Monti Berici, Life+ Colli Berici Natura 2000 ed il Piano di Sviluppo Locale prodotto dal Gal Terra Berica; dai quali ho cercato d’individuare le modalità che, esplicitamente e implicitamente, propongono al fine di generare nuove sinergie tra i due settori oggetto d’analisi: turismo e ambiente.
Nel quarto capitolo, infine, grazie ad alcune interviste a soggetti che rivestono particolare rilevanza nell’incentivare e promuovere la tutela e valorizzazione del territorio, ho delineato il quadro delle problematiche e delle opportunità insite nell’area, ponendo una certa attenzione alla percezione della comunità locale nei confronti delle iniziative in atto, sia a livello turistico che a livello di conservazione della natura.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Capitolo Primo Turismo sostenibile e sviluppo del territorio 1.1 - Introduzione L’Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), ha stimato che il comparto turistico continuerà a crescere nonostante la crisi economica e, anzi, entro la fine del 2012 il numero di viaggiatori nel mondo dovrebbe superare, per la prima vola, quota un miliardo 1 . Le motivazioni che hanno condotto nel corso del tempo a una tale crescita sono da ricercarsi nel progresso del sistema di trasporti e delle vie di comunicazione, nel fenomeno del benessere economico che, accompagnato dal diffondersi delle ferie retribuite, crea una disponibilità di tempo libero da impiegare in altra maniera, segnando il passaggio da un turismo di Ølite ad un consumo “di massa” alla portata di tutti gli strati sociali, nell'innalzamento degli standard qualitativi delle strutture di accoglienza ed infine nella maggior sicurezza e nel miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie che accompagnano il soggiorno e gli spostamenti dei turisti. Il carattere ambivalente del turismo lo porta ad essere contemporaneamente strumento di sviluppo per le aree interessate e causa di degrado delle stesse. Il paradosso sta proprio nella reciprocità tra turismo e ambiente, il primo può portare alla deturpazione del secondo, a causa di un eccessivo carico antropico e dell’ inquinamento ambientale, ecologico e culturale. A sua volta il degrado del territorio incide negativamente sul turismo. Appare quindi evidente, ai fini della sussistenza di entrambi, l'esigenza di applicare politiche di salvaguardia dell'ambiente e contemporaneamente intraprendere la via per un turismo sostenibile. 1 UNWTO, World Tourism Barometer and Statistical Annex, V olume 10 – July 2012.

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Licia Segato Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2307 click dal 05/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.