Skip to content

Tradurre per la Commissione Europea: tecnologie, metodi e strategie di lavoro dei traduttori della Direzione Generale per la Traduzione.

Informazioni tesi

  Autore: Ilaria Di Loreto
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Lingue Moderne, Letterature e Scienze della Traduzione
  Relatore: Mary Louise Wardle
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 154

Il presente lavoro di ricerca e analisi si propone di presentare con chiarezza ed esaustività il lavoro di quello che attualmente è il maggiore centro di traduzione a livello mondiale: la Direzione Generale della Traduzione della Commissione Europea. Lo studio compiuto si basa per lo più su documenti reperiti attraverso la Rete e su manuali e trattati specialistici sull'argomento, ma ciò che ha fornito il maggiore apporto a questo lavoro è stata una "visita sul campo" effettuata presso la sede della Direzione Generale per la Traduzione a Bruxelles, dove è stato possibile osservare direttamente l'uso delle memorie traduttive, dei traduttori automatici e dei database terminologici che forniscono un grande apporto al lavoro di traduzione. Il testo è organizzato in quattro capitoli. Il primo costituisce un excursus storico della DGT fin dai suoi albori, quando costituiva ancora un semplice servizio linguistico, chiaramente imprescindibile dalla storia delle Comunità Europee e per questo ad essa intrecciato. Il capitolo prosegue con una presentazione delle lingue ufficiali dell’Unione Europea, suddivise per famiglie linguistiche. Ciò sarà utile per introdurre il discorso sul multilinguismo, vera e propria colonna portante di tutta la struttura delle istituzioni europee. È grazie al multilinguismo che è stata possibile l’integrazione di tutti i paesi membri, e tale politica è sancita sia dal Trattato che istituisce le Comunità Europee, sia dal Regolamento 1/58. Nel secondo capitolo, si passerà ad analizzare un fenomeno molto interessante che è stato riscontrato nei testi comunitari, quello dell’utilizzo di un idioletto tipico delle istituzioni europee, una sorta di linguaggio a sé, con una terminologia e un utilizzo della sintassi che a volte si differenziano di molto da quelli usati comunemente dai parlanti delle rispettive lingue di appartenenza. Tale idioletto viene comunemente chiamato in italiano «comunitarese» o «euroletto», termini che spesso hanno una velata accezione negativa dovuta principalmente al fatto che i testi risultano poco comprensibili a chi non ha familiarità con le istituzioni europee. Nel capitolo verrà dedicato particolare riguardo alle cause di tale fenomeno, alle caratteristiche specifiche di tale linguaggio, ma anche e soprattutto ai rischi che esso comporta e alle difficoltà che crea in fase di traduzione. Il terzo capitolo costituisce una descrizione particolareggiata della Direzione Generale della Traduzione: inizialmente si concentra sulla suddivisione interna del personale, descrivendo minuziosamente tutte le complesse gerarchie presenti all'interno della DGT e soprattutto in che modo il multilinguismo europeo si rispecchia nella quantità e nell'organizzazione delle risorse umane per l'attività di traduzione. In seguito analizza in maniera dettagliata il processo di traduzione di un testo, dalla fase di richiesta fino al completamento della traduzione, soffermandosi su tutti gli strumenti informatici e le banche dati che forniscono ausilio al traduttore durante tutto il processo di lavoro. I dati presentati e le informazioni riguardanti le interfacce personali utilizzate dai traduttori e gli strumenti di gestione ed esecuzione del lavoro sono stati forniti direttamente dai traduttori della DGT e verificati personalmente. Nel capitolo verrà inoltre dedicato spazio anche a settori differenziati come quello, fondamentale, di ricerca terminologica, di traduzione dei siti web e della selezione e gestione dei freelance. L’ultimo capitolo della tesi costituisce una "prova" di quanto descritto nel terzo capitolo: esso compie una analisi di due testi di differente tipologia e utilizzo tradotti dalla DGT, osservandone gli aspetti lessicali, morfologici e sintattici sia nell’originale che nella traduzione, cercando di ipotizzare in che modo sia stato affrontato il processo traduttivo e se e in che modo siano state utilizzate le risorse in possesso dei traduttori.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il presente lavoro di ricerca e analisi si propone di presentare con chiarezza ed esaustività il lavoro di quello che attualmente è il maggiore centro di traduzione a livello mondiale: la Direzione Generale della Traduzione della Commissione Europea. Si stima che la quantità di testi tradotti da questa complessa organizzazione abbia sfiorato il milione di pagine nel 2011, un dato che permette di comprendere quanto compiere una analisi sulle loro tecniche di traduzione e sulle tecnologie e gli strumenti utilizzati sia utile non solo per avere un‟idea generale di quello che è il lavoro di traduttore in una organizzazione internazionale e multilinguistica, ma anche della competenza necessaria per compiere un lavoro di questo tipo. Lo studio compiuto in questa tesi si basa su documenti per lo più reperiti attraverso la Rete, essendo l‟argomento di grande attualità e soprattutto trattandosi di un‟organizzazione che fa di Internet uno dei maggiori mezzi di comunicazione e diffusione delle proprie informazioni. Inoltre, la ricerca è stata effettuata anche su manuali e trattati specialistici sull‟argomento. Ma ciò che ha fornito il maggiore apporto a questo lavoro è stata una “visita sul campo”, effettuata presso la sede della Direzione Generale della Traduzione a Bruxelles. Poter entrare in contatto personale con i traduttori e ricevere una presentazione dettagliata del loro lavoro è stato di grande aiuto, soprattutto perché è stato possibile osservare direttamente l‟uso delle memorie traduttive, dei traduttori automatici e dei database terminologici che forniscono un grande apporto al lavoro di traduzione. Inoltre, è stato possibile comprendere le differenziazioni dei ruoli e le gerarchie presenti all‟interno di questa Direzione Generale. Il testo è organizzato in quattro capitoli. Il primo capitolo consiste in un excursus storico della Direzione Generale della Traduzione fin dai suoi albori, quando costituiva ancora un semplice servizio linguistico. Essendo la storia di questo organismo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
commissione europea
traduttore
lingue comunitarie
dgt
legislazione comunitaria
traduzione inglese
regime linguistico
direzione generale per la traduzione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi