Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio geologico-ambientale del settore della provincia di Torino compreso tra il Fiume Dora Riparia e i torrenti Ceronda e Casternone

Il seguente lavoro ha preso in esame le caratteristiche geologico-ambientali del settore di pianura Torinese posto tra l’Anfiteatro Morenico di Rivoli-Avigliana e l’area metropolitana e compreso tra il Fiume Dora Riparia a sud e i torrenti Ceronda e Casternone a nord. In particolare ci si è concentrati sullo stato ambientale delle risorse idriche dell’area. Il lavoro di ricerca ha previsto una fase preliminare di raccolta dei dati disponibili, seguita da campagne di rilievo piezometrico e di campionamento delle acque superficiali e sotterranee. Sono state realizzate otto sezioni litostratigrafiche, elaborate le analisi idrochimiche delle acque campionate e realizzate cartografie relative alla piezometria della falda idrica superficiale nonchè alla base e allo spessore dell’acquifero superficiale. Dalle ricostruzioni effettuate, emerge una configurazione del sottosuolo caratterizzata dalla presenza di un acquifero superficiale non confinato con spessori variabili tra 8 e 65 metri sovrapposto ad un acquifero multifalda posto a profondità variabili tra 18 e 78 metri e con spessori anche superiori a 150 m.
A scala regionale le acque sotterranee fluiscono da ovest verso est, ma, localmente, le linee di flusso della falda possono seguire percorsi più complessi. Il chimismo delle acque è condizionato dalla litologia dei bacini di ricarica: in parte dalle rocce del Complesso Ultrabasico di Lanzo e in parte dai litotipi affioranti in Valle di Susa. Dal punto di vista qualitativo le acque sotterranee mostrano la presenza di un certo impatto antropico, ciò nonostante le concentrazioni dei principali parametri chimico fisici rientrano entro i limiti indicati nella normativa vigente per le acque destinate al consumo umano.

Mostra/Nascondi contenuto.
STUDIO GEOLOGICO-AMBIENTALE DEL SETTORE DELLA PROVINCIA DI TORINO COMPRESO TRA IL FIUME DORA RIPARIA E I TORRENTI CERONDA E CASTERNONE RIASSUNTO Il seguente lavoro ha preso in esame le caratteristiche geologico-ambientali del settore di pianura Torinese posto tra l’Anfiteatro Morenico di Rivoli-Avigliana e l’area metropolitana e compreso tra il Fiume Dora Riparia a sud e i torrenti Ceronda e Casternone a nord. In particolare ci si è concentrati sullo stato ambientale delle risorse idriche dell’area. Il lavoro di ricerca ha previsto una fase preliminare di raccolta dei dati disponibili, seguita da campagne di rilievo piezometrico e di campionamento delle acque superficiali e sotterranee. Sono state realizzate otto sezioni litostratigrafiche, elaborate le analisi idrochimiche delle acque campionate e realizzate cartografie relative alla piezometria della falda idrica superficiale nonchè alla base e allo spessore dell’acquifero superficiale. Dalle ricostruzioni effettuate, emerge una configurazione del sottosuolo caratterizzata dalla presenza di un acquifero superficiale non confinato con spessori variabili tra 8 e 65 metri sovrapposto ad un acquifero multifalda posto a profondità variabili tra 18 e 78 metri e con spessori anche superiori a 150 m. A scala regionale le acque sotterranee fluiscono da ovest verso est, ma, localmente, le linee di flusso della falda possono seguire percorsi più complessi. Il chimismo delle acque è condizionato dalla litologia dei bacini di ricarica: in parte dalle rocce del Complesso Ultrabasico di Lanzo e in parte dai litotipi affioranti in Valle di Susa. Dal punto di vista qualitativo le acque sotterranee mostrano la presenza di un certo impatto antropico, ciò nonostante le concentrazioni dei principali parametri chimico fisici rientrano entro i limiti indicati nella normativa vigente per le acque destinate al consumo umano.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Devis Ferrarato Contatta »

Composta da 241 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 669 click dal 12/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.