Skip to content

Overdose da Proibizionismo: un'analisi economica del mercato delle sostanze stupefacenti

Informazioni tesi

  Autore: Flavia Cappellini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace
  Relatore: Stefano D'Addona
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

Questo lavoro è articolato in tre parti: lo studio teorico delle curve di mercato; la rilevazione dei dati empirici sul caso concreto della California, ed infine un esercizio contabile sul rapporto costo/opportunità della legislazione italiana. La sezione incentrata sulla situazione italiana descrive ed interpreta le attuali fluttuazioni degli indici di gradimento delle diverse sostanze, ponendoli in relazione con le strategie repressive e di aiuto terapeutico attuate dallo Stato italiano nell'arco degli ultimi dieci anni. In questo contesto s'inserisce l'ultima parte di questa ricerca: una stima contabile della spesa pubblica nazionale impiegata per l'attuazione delle punizioni penali collegate al consumo di droga nei due anni di riferimento 2004 e 2008, entrambi equidistanti dalla modifica normativa imposta dalla legge 46/2006. Obiettivo di questa ultima analisi è quello di evidenziare gli effetti che questa legge ha prodotto sulle variabili socio-economiche collegate alla diffusione ed al contrasto delle sostanze stupefacenti in Italia, scomponendo i risultati ottenuti tra spesa pubblica e mancati guadagni. I risultati mostrano come l'andamento temporale degli indici di consumo italiani di ogni droga tende a ricostruire su di un istogramma cartesiano delle curve di consumo dove è possibile identificare il percorso delle diverse sostanze ed intuire le possibili fasi future. Questa diffusione di droghe è regolamentata dal D.P.R. 309/90, il quale ha subito molte modifiche dalla data di approvazione la cui ultima, la legge 46/2006. Ricostruendo le serie storiche degli elementi influenzati dai cambiamenti normativi, è stato possibile delineare un trend degli ultimi dieci anni che ha messo in evidenza gli effetti sociali dell'applicazione di questa legge.Dalla lettura della tesi si evincerà come il costo totale della legge antidroga (repressione + mancati guadagni) è quantificabile, quindi in 6,4 miliardi €. Per il 2008, invece, la spesa italiana relativa all'acquisto di stupefacenti è stata pari a 12,3 miliardi € (oltre l'80% in cannabis), mentre lo Stato ha perso un guadagno pari circa 10 miliardi €, suddivisi in imposte sul consumo (9,3 miliardi €) ed imposte su reddito prodotto (quasi 700 milioni €). Nel 2008 il costo totale della legge antidroga è pari a 12, miliardi €: di cui l'80% circa dalla mancanza di regolare tassazione sull'acquisto dei beni, e dal restante 20% dall'incremento assoluto delle risorse investite in polizia, magistratura e carceri. Indirizzare ogni singolo individuo verso un'assunzione di responsabilità che culmini in un autocontrollo consapevole, è probabilmente il modo più efficiente, e ad oggi l'unico che sia rimasto da percorrere, per combattere le esternalità correlate al consumo di droga.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE "As currently understood and implemented, drug policy attempts to isolate a phenomenon that can’t be taken in isolation. Economic policy is drug policy. Healthcare policy is drug policy. Foreign policy, too, is drug policy. When approached in isolation, drug policy almost always leads to unfortunate and unintended consequences." Ryan Grim Lʼimportanza di una politica di corretta gestione del fenomeno del consumo delle sostanze stupefacenti si è tradotta in questi ultimi decenni in una semplificazione inaccettabile: la convinzione che, agendo sul desiderio dellʼutente finale, si possa intraprendere un cammino di riduzione della domanda globale. Tale impostazione rischia di portare ad unʼenorme semplificazione dei processi decisionali che si sviluppano allʼinterno del mercato delle droghe. Essa, inoltre, sembra sottovalutare lʼimportanza che tale traffico ha assunto nellʼepoca attuale: economia, politica estera, sanità e rapporti sociali sono tutte tematiche profondamente influenzate anche dal rapporto che gli agenti istituzionali e sociali coinvolti assumono nei confronti delle droghe. La convinzione dellʼimportanza di un reale dibattito aperto a tutti i segmenti della società italiana ha ispirato lavoro qui presentato, mentre lʼosservazione del contesto economico e politico internazionale nel quale lo scambio di questi beni si muove ne ha dettato i contenuti. Eʼ stata scelta unʼimpostazione economica per svolgere al meglio la ricerca proposta. Lʼeconomia è, difatti, lʼunità di misura nella quale lʼintera comunità globale ha fondato le sue radici più profonde: sottovalutare questo aspetto nella comprensione del fenomeno droga e nellʼideazione di politiche di gestione e di contenimento dello stesso risulta, quantomeno, anacronistico. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

economia
italia
droga
proibizionismo
legislazione
domanda
elasticità
eroina
consumatore
offerta
prodotto
cocaina
sanzioni amministrative
sanzioni penali
cannabis
california
sert
carceri
fini giovanardi
ats
dcsa
overdose
costo fiscale
percentuali di consumo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi