Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sequestro probatorio e processo penale

Il presente lavoro tratta di un ramo ben preciso della disciplina delle prove, cioè quello relativo ai mezzi di ricerca della prova e, nello specifico, del sequestro probatorio.
Precisamente, la prima parte della tesi attiene ai profili generali che governano la materia.
Si prosegue con la trattazione specifica delle varie fattispecie di sequestro regolamentate dal legislatore, con particolare riguardo alle differenze ed eventuali rapporti esistenti tra le esigenze probatorie, su cui la trattazione è di fatto incentrata, e le esigenze cautelari reali proprie dei sequestri preventivo e conservativo.
La restante parte del lavoro è dedicata alla singola fattispecie del sequestro probatorio, tipico “atto a sorpresa” a coercizione reale, volto allo spossessamento coattivo della cosa, assoggettandola ad un vincolo di indisponibilità, per mantenerne immutate le caratteristiche.
Un’ultima analisi è riservata alle impugnazioni avverso il provvedimento di sequestro, con in evidenza le indubbie ed evidenti analogie che legano tali procedimenti a quelli previsti avverso le misure cautelari personali.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo primo I PROFILI GENERALI 1. TUTELA DELLA LIBERTA’ PERSONALE E DOMICILIARE Le libertà riconosciute e garantite dalla Costituzione consistono nella pretesa a un comportamento omissivo dello Stato e, ben per questo, si pongono come diritti soggettivi, protetti in via immediata e diretta dall’ordinamento giuridico e pienamente azionabili nei confronti dei pubblici poteri. Le garanzie che la Carta costituzionale appresta alle libertà negative consistono in ciò che le loro limitazioni da parte delle pubbliche autorità possono essere adottate non a discrezione o ad arbitrio di chi detiene il potere politico, bensì nei soli casi e modi previsti dalla legge o in seguito ad un provvedimento motivato della autorità giudiziaria, ed è la stessa Costituzione che indica

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesca Ferrara Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2176 click dal 16/11/2012.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.