Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Efficacia del Nordic Walking sul profilo metabolico e antropometrico di un gruppo di donne con diabete di tipo II.

Numerose sperimentazioni hanno dimostrato l'importanza dell'attività fisica nel trattamento del diabete di tipo II, ma ad oggi si incontrano ancora molti ostacoli nell'assicurare al paziente una continuità nell'attività.
Questo è dovuto in parte all'incapacità da parte del paziente di vedere l'esercizio fisico come un farmaco contro il diabete, ed in parte alla carenza di iniziative che assicurino delle attività a lungo termine stimolanti ma allo stesso tempo dosate, monitorate ed efficaci.
La scelta di proporre il Nordic Walking al gruppo di lavoro è maturata dalla conoscenza della versatilità di una disciplina che è si è inserita nel territorio italiano solo negli ultimi anni, e dalla curiosità di verificare gli effetti sul diabete di tipo II di una camminata che garantisce: minor percezione della fatica, coinvolgimento del 90% dei muscoli corporei e circa il 60% di dispendio energetico in più rispetto alla camminata normale.
Essendo il Nordic Walking un'attività da svolgere in gruppo e all'aria aperta, ho strutturato un protocollo che permettesse l'arruolamento di 20 donne, di età compresa tra i 40 e i 65 anni, al fine di promuovere l'attività come mezzo per il controllo del diabete ed inoltre per facilitare la creazione di un gruppo di persone che potessero discutere e confrontare tra di loro le esperienze vissute con la patologia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Questo lavoro nasce dalla passione che ho sviluppato negli ultimi due anni studiando le malattie del metabolismo e il ruolo che l'attività fisica ricopre nei confronti di queste. In particolare lo studio della sindrome metabolica, che sappiamo essere una condizione clinica cronica in costante crescita dovuta all'interazione di diversi fattori di rischio causati da una scorretta alimentazione unita ad uno stile di vita sedentario, ha motivato la mia scelta nel strutturare un progetto motorio che si proponesse come stimolo per il paziente con diabete di tipo II sedentario. Numerose sperimentazioni hanno dimostrato l'importanza dell'attività fisica nel trattamento del diabete di tipo II, ma ad oggi si incontrano ancora molti ostacoli nell'assicurare al paziente una continuità nell'attività. Questo è dovuto in parte all'incapacità da parte del paziente di vedere l'esercizio fisico come un farmaco contro il diabete, ed in parte alla carenza di iniziative che assicurino delle attività a lungo termine stimolanti ma allo stesso tempo dosate, monitorate ed efficaci. La scelta di proporre il Nordic Walking al gruppo di lavoro è maturata dalla conoscenza della versatilità di una disciplina che è si è inserita nel territorio italiano solo negli ultimi anni, e dalla curiosità di verificare gli effetti sul diabete di tipo II di una camminata che garantisce: minor percezione della fatica, coinvolgimento del 90% dei muscoli corporei e circa il 60% di dispendio energetico in più rispetto alla camminata normale. Essendo il Nordic Walking un'attività da svolgere in gruppo e all'aria aperta, ho strutturato un protocollo che permettesse l'arruolamento di 20 donne, di età compresa tra i 40 e i 65 anni, al fine di promuovere l'attività come mezzo per il controllo del diabete ed inoltre per facilitare la creazione di un gruppo di persone che potessero discutere e confrontare tra di loro le esperienze vissute con la patologia. Il progetto si è svolto in 12 settimane, un periodo relativamente breve per poter includere tra gli obiettivi lo studio della prevenzione delle complicanze , ma sufficiente come punto di partenza nell'inquadrare il Nordic Walking come attività da proporre in protocolli adattati a lungo termine nel Diabete. 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Valentina La Cava Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1946 click dal 19/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.