Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Ritorna la cultura della produzione. Da un indirizzo conflittualistico, di relazioni industriali, ad uno partecipativo nei nuovi contratti dei metalmeccanici

Quello che si vuole dimostrare con questa tesi è il ritorno alla cultura della produzione come passaggio da un indirizzo conflittualistico, di relazioni industriali, ad uno partecipativo (nei nuovi contratti dei metalmeccanici), attraverso uno studio degli accordi sindacali stilati dal protocollo IRI del 1985, all’accordo interconfederale del 1993 con cui decolla la concertazione.
Si vuole altresì dimostrare come la cultura della produzione porti ad un miglioramento delle relazioni industriali ma anche dell’economia e della qualità del lavoro.
Il primo passo da fare è sicuramente quello di individuare in modo preciso il significato della parola “cultura della produzione”.
La definizione più chiara e completa penso sia quella che individua la cultura della produzione come “ la chiara consapevolezza della portata degli interessi comuni con la controparte, ravvisati nell'eliminazione delle conflittualità che potessero manifestarsi in scioperi, nella sospensione di lavoro parziale o totale o comunque nell’intralcio dell’andamento normale della fabbrica”, ma anche in tutte quelle attività o accordi che conducono ad un miglioramento della professionalità e delle condizioni dei lavoratori, o più in generale l’interesse comune alle esigenze della produttività e dell’efficienza gestionale perseguite dalle imprese.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 NOTE INTRODUTTIVE. Quello che si vuole dimostrare con questa tesi è il ritorno alla cultura della produzione come passaggio da un indirizzo conflittualistico, di relazioni industriali, ad uno partecipativo (nei nuovi contratti dei metalmeccanici), attraverso uno studio degli accordi sindacali stilati dal protocollo IRI del 1985, all’accordo interconfederale del 1993 con cui decolla la concertazione. Si vuole altresì dimostrare come la cultura della produzione porti ad un miglioramento delle relazioni industriali ma anche dell’economia e della qualità del lavoro. Il primo passo da fare è sicuramente quello di individuare in modo preciso il significato della parola “cultura della produzione”. La definizione più chiara e completa penso sia quella che individua la cultura della produzione come “ la chiara consapevolezza della portata degli interessi comuni con la controparte, ravvisati nell'eliminazione delle conflittualità che potessero manifestarsi in

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Paolo De Bernardi Contatta »

Composta da 183 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 953 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.