Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Scene con guerrieri nella ceramografia corinzia ed attica di età arcaica

Nella mia tesi mi propongo di mostrare come, nella ceramica corinzia ed attica del periodo arcaico, vi sia un forte interesse nei confronti della tematica della guerra. Nel primo capitolo passo in rassegna i principali schemi iconografici presenti sui vasi in catalogo. Si tratta di un vasto repertorio di immagini, che comunque non sono mai identiche in senso assoluto, ma che si realizzano in diversi modi e con varie combinazioni.
Nel secondo capitolo tento di interpretare, con l'ausilio e delle fonti scritte e di quelle archeologiche, i dati offerti dalla ceramica. Ho cercato di stabilire un legame tra le stesse raffigurazioni e la realtà loro contemporanea, evidenziando come in esse vi siano anche forti riferimenti al mondo epico. Emerge prepotentemente la figura dell'oplita, il cittadino-soldato che difende in prima persona l'oikos proprio.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Nelle Leggi, Platone dice: " pace non e che un nome; di fatto ogni stato, per sua stessa natura, si trova sempre con tutti gli altri in guena non proclamata "I . Questo continuo stato di gtlena, del quale v' e ampio ri scontro nelle fonti letterarie, riflette I' atteggiamento dei Greci in relazione al conflitto annato. Atteggiamento che, specie in eta arcaica, era in connessione col concetta' di agon del quale la guena era un' estensione. Molti studio si sono convinti che quella oplitica fosse una gtlena rituale: battaglie condotte da piccoli proprietari tenieri in anni che tentavano di comune accordo di lil11itare il conflitto e quindi il massacro a un'unica seppur sanguinosa occasione 2 , sia che 10 scopo fosse difendere il proprio tenitorio dalla minaccia di un esercito nemico, sia che fosse la disputa di un piccolo tenitorio di confine. Gli esempi non sono rari : Erodoto testimonia la contesa tra gli Spartani e gli Argivi per una piccola regione montagnosa, chiamata Tirea, posta a confine tra I' Argolide e la Laconia. Lo storico riferisce di un episodio avvenuto alIa meta del VI secolo a. C. circa, in cui entrambe le parti si accordarono perche si aflrontassero due compagini composte da trecento uomini scelti, mentre il grosso degli eserciti si sarebbe dovuto allontanare per non portare soccorso ai c0l11pagni 3 . Anche Tucidide ci da notizia di un trattato stipulato tra Argo e Sparta che avrebbe dovuto avere la durata di cinquanta anni e nel quale si stabiliva che, se non vi fossero state pestilenze 0 altre gtlerre, una delle due citta avrebbe dovuto invitare l'altra a partecipare ad uno scontro che avrebbe assegnato la Tirea ad uno dei due contendenti. Questa rivalita tra i Lacedel110ni e gli Argivi dura fino all 'eta rOl11ana . Questa l11entalita, estrel11amente distante dal modo modemo di concepire la guena, pennea di se l'intera societa arcaica greca e naturalmente i suoi prodotti, di cui la decorazione vascolare e un esempio. Essa non e puro elemento esomativo, ma veicolo di particolari significati e simbolismi che sono espressione di quei valori accettati universalmente dai polifai. Nella ceramografia arcaica, il gtleniero ha un posto fondamentale, sia che i soggetti siano desunti dal mondo dell'epica sia che abbiano una qualche attinenza con la reaita contemporanea. Questo lavoro si propone di mettere in evidenza tale aspetto, attraverso l'analisi delle pitture vascolari di eta arcaica, delle corinzie, come delle attiche. In primo luogo, vengono considerati i vari contesti figurativi nei quali ricone la figtlra del gtlerriero, inserita in scene semplici 0 complesse, caratterizzate dalla presenza di personaggi particolari e dalla loro diversa di sposizione nella composizione. L' esame dei vari 1 Platone, Leggi, 626a (trad. di F. Adomo). 2 HANSON 2001 , p. 24. 3 Erodoto. Storie, L 82. 3 - -- -----------

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere

Autore: Gerardo Di Martino Contatta »

Composta da 95 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 761 click dal 28/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.