Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Vampire's legacy: percorso attraverso alcune rappresentazioni contemporanee del vampiro

Questo lavoro nasce da una delle mie più grandi passioni, la figura del vampiro. Il tema del vampiro è stato quello più sfruttato nel corso della storia e dei secoli ed è tornato alla ribalta sopratutto negli ultimi anni. Anni che hanno visto la sua figura mutare in maniera completamente diversa rispetto alle produzioni precedenti, sia letterarie sia cinematografiche. Il lavoro svolto si muoverà, infatti, tra le produzioni letterarie e quelle cinematografiche che nel corso dei decenni hanno lavorato di pari passo permettendo al vampiro quella evoluzione necessaria alla sua sopravvivenza. Inoltre la sua figura è circondata da una complessità, sia fisica che psicologica, difficile, quasi impossibile da decifrare. Si è detto, fatto e scritto praticamente di tutto su questa creatura, il che all'inizio mi rendeva un po' scettico sulla scelta di questo tema per la mia tesi di laurea, ma poi analizzando meglio l'argomento, consultando testi ed esaminando le pellicole che riguardavano il vampiro, mi sono accorto che venivano tralasciati dei particolari interessanti sull'evoluzione e la metamorfosi del soggetto in questione. Innanzi tutto, avendo letto molto sul tema ed essendo un grande appassionato di vampiri, mi sono reso conto che chiunque parlasse e scrivesse di vampiri faceva capo sempre alle stesse tematiche e agli stessi personaggi, primo fra tutti il conte Dracula che, nonostante sia il capostipite dei non-morti e senza ombra di dubbio il personaggio più influente che ha permesso la diffusione ed il successo su scala mondiale del personaggio vampiro, non fu e non sarà l'unico. Ho voluto non solo analizzare il vampiro in tutte le sue forme principali, ma anche la sua evoluzione nel corso dei secoli, evoluzione che ha mutato notevolmente la creatura arrivando, in un certo qual modo, a denaturare la sua natura primordiale, in certi casi quasi esasperatamente. Il vampiro risulta essere quella creatura in grado di adattarsi a tutti i cambiamenti storici e a rinnovarsi camminando di pari passo con i cambiamenti di epoca, idee e pensiero. Mi sono imbattuto in caratteristiche che al non-morto non vengono mai attribuite come la sua capacità di contaminazione: infatti vengono proposte pellicole che con il vampiro, in apparenza, non hanno niente in comune, ma che analizzate bene prendono una piega ben diversa dal quella disegnata dalla trama e dal contesto in cui queste prendono vita. Per quest'ultima analisi si ringrazia il prof. Daniele Dottorini che mi ha indicato un testo, forse l'unico, che tratta casi simili , mi riferisco al libro "Il vampiro nascosto" di Sergio Arecco che mi ha permesso di vedere il vampiro sotto un'altra luce e di conferire la nomena di vampiro a personaggi che fino ad ora sono stati lontani o per meglio dire estranei proprio al non-morto. L'evoluzione arriva fin ai giorni nostri proponendo i vampiri più interessanti, almeno secondo me, del XXI secolo, cogliendone sfaccettature nuove e richiami al passato. Naturalmente sono stati selezionati solo alcuni protagonisti, per me principali, di questa evoluzione, non si poteva fare altrimenti, sarebbe stato impossibile citarli ed analizzarli tutti, infatti le produzioni sia letterarie che cinematografiche sul tema, in poco più di cent'anni, sono tantissime.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I Metamorfosi del vampiro 1.1 L'evoluzione del "non-morto" Prima di ogni altra cosa è importante partire da una definizione possibile del vampiro in modo tale da discuterla e comprendere la sua evoluzione nel corso della storia e dei secoli. Di solito i dizionari lo identificano così: personaggio terrificante di tenebrose credenze popolari, diffuse in vaste aree del mondo moderno, secondo cui il morto richiamato in vita dal suo stesso spirito o da riti magici, va in giro di notte a succhiare il sangue dei vivi 1 . Dalla definizione, la creatura che ne emerge non è 1 G. Devoto G. Oli, dizionario della lingua italiana, le monnier, Firenze 1990 p. 2074 1

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Armando Lazzarano Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 966 click dal 28/11/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.