Skip to content

Plastic Bags: A Sustainability Case Study

Informazioni tesi

  Autore: Cecilia Gamba
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Certificate in Leadership in Sustainability Management
Anno: 2012
Docente/Relatore: Theodore Steck
Istituito da: University of Chicago Graham School
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 45

I explore the issue of plastic bags from a holistic perspective, as a case study to apply various sustainability tools. While the problem of plastic bags is not one of the major environmental issues, it is one worth tackling for a few reasons. First of all, there is a readily available alternative, durable bags, which provide an almost identical service to consumers without the negative impacts caused by plastic bags (and to a lesser extent by other single-use bags). Secondly, this could be a strategic initiative to engage more people in sustainability: switching from single-use bags to reusable ones is an easy action that many could agree to undertake, and it could serve as a "foot-in-the-door" for other sustainable choices.
The report presents an overview of life-cycle impacts of plastic bags and their main alternatives (paper, biodegradable/compostable, and reusable bags), showing that all single-use options have some flaws and are fundamentally inferior to durable bags. It is thus necessary to promote a change of mentality and a switch to reusable bags. I explore external obstacles and behavioral issues associated with this shift (availability and convenience of bags, tendency to forget, social perceptions). Drawing on social marketing, I suggest some specific strategies and tools to overcome these barriers and foster a behavior change. Finally, I present the policy options available to legislators to tackle the problem: recycling, voluntary efforts, fees/taxes, and bans. I survey examples from around the world and the U.S. to highlight strengths and weaknesses of each approach. I find that while the best choice will depend on circumstantial factors, only fees and bans can achieve substantial results. Furthermore, these initiatives are most successful when they trigger a change in social norms, a result that can only be reached with a thoughtful and tailored design and implementation.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
2 “Do you ever feel like a plastic bag, drifting through the wind wanting to start again?” [Katy Perry, Fireworks] 1. INTRODUCTION 1.1 Plastic Bags and Sustainability Plastic bags have made their way into pop culture as a symbol of abandonment, uselessness and decay. We can find them swirling around on city streets, hanging from trees in forests, floating in rivers and in the sea, and generally littering almost any environment all around the world. Plastic bags also cause other damages besides spoiling our landscapes. They pose a threat to wildlife, especially marine animals, which might eat them or become entangled in them. They can also clog urban sewers and drains, creating risks for public health and safety and using up public money in removal services. One critical aspect is their persistence in the environment: a plastic bag can take up to a thousand years to break down. And when it finally does break down, it does not biodegrade; instead it photodegrades, splitting up into smaller and smaller pieces that might have long-term effects on soil and water quality. Finally, disposable plastic bags are hard to recycle and only a small fraction is recovered. Even when they are kept for reuse as liners for trash bins, for storage purposes or to clean after the family dog, they usually keep accumulating much faster than they are reutilized – virtually any household has a bulging “bag of bags”! Nevertheless, plastic bags are a relatively minor environmental problem. Despite their highly visible presence compared to other garbage materials, they constitute a small fraction of total waste production and take up little landfill space, thanks to their light weight and compression possibility. This could be seen as a reason to focus on more pressing environmental issues that have a bigger impact. However, abandoning the use of plastic bags could be a low-cost strategic choice from a broad sustainability perspective. First of all, unlike other plastic products (like packaging or product components), disposable plastic bags can be readily replaced by other types of bags that in most cases are equally effective. While the shift might cause some inconveniency, the overall cost and burden for the consumer is relatively low. It is important to carefully consider and evaluate alternatives to plastic: options that seem more sustainable might have their own set of environmental disadvantages. Only a life-cycle analysis can assess the complete impact of a product (in this case, a bag) from its production and distribution to its use and disposal. Clearly it is critical to identify solutions that achieve a net environmental benefit, without sacrificing consumers’ convenience. In the case of shopping bags, the life cycle analysis reveals the absence of a clear winner among single-use bags: a real environmental improvement can only be achieved with a switch to durable bags. Secondly, and most importantly from a strategic point of view, an anti-plastic bag initiative could constitute an environmental “foot-in-the-door”: through a relatively easy and “soft” behavior change, many individuals could become more receptive to environmental issues in general. Unlike more drastic green choices, abandoning plastic bags is an action that is within anyone’s reach, therefore it can empower individuals to take personal responsibility and bring sustainability into their own daily life. Furthermore, findings from psychology, behavior change studies and social marketing show that a small initial commitment can go a long way: agreeing to a minor request can subtly shift our self-perception and our attitude on the topic, leaving the door open for greater involvement later on. A successful campaign that A plastic bag hanging from a tree

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sostenibilità
social norms
sustainability
biodegradabile
sacchetti di plastica
plastic bags
biodegradable
reusable bags
life-cycle analysis
behavior change

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi