Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Finanza comportamentale: emozione, distorsioni cognitive e investimenti etici

Questa tesi si proponeva di analizzare il ruolo della decisione dapprima in maniera generale, riscoprendo le teorie sviluppate nel corso degli anni, per poi arrivare alla presentazione di un esperimento che ci permettesse di valutare in termini pratici le dinamiche decisionali in ambito finanziario; si è cercato quindi di valutare ed analizzare, attraverso un esperimento pratico, quali sono all’interno delle scelte economiche i vari procedimenti che costituiscono la finanza comportamentale, quelli che portano quindi alla decisione nella mente degli investitori.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Nel mondo di oggi “una delle competenze necessarie per l’adattamento all’ambiente in cui si vive è la capacità di prendere decisioni.” 1 Tale capacità sta infatti alla base di ogni azione che noi compiamo nel corso della nostra vita, quando attraverso l’atto del decidere, scegliamo di cambiare la nostra vita o quella di chi ci circonda. Questo lavoro si propone di analizzare il ruolo della decisione dapprima in maniera generale, riscoprendo le teorie sviluppate nel corso degli anni, per poi arrivare alla presentazione di un esperimento che ci permetterà di valutare in termini pratici le dinamiche decisionali in ambito finanziario; si tratterà di valutare ed analizzare all’interno delle scelte economiche i vari procedimenti che costituiscono la finanza comportamentale, quelli che portano quindi alla decisione nella mente degli investitori. Nel primo capitolo ho voluto approfondire il processo decisionale partendo dalle teorie classiche come la teoria dell’utilità attesa per arrivare poi alle più moderne teorie come la teoria del prospetto di Kahneman e Tversky (1979). Ho scelto in seguito di analizzare le euristiche, lo status-quo bias, l’omission bias ed i protected values. Nel secondo capitolo ho deciso invece di approfondire l’innovativo tema della finanza comportamentale ponendo l’attenzione sul concetto 1 Bonini, N., Del Missier, F., Rumiati, R. (2008). Psicologia del Giudizio e della Decisione. Il Mulino Editore, p. 15

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Niccolò Sacchetti Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4424 click dal 17/12/2012.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.