Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le piattaforme di crowdfunding: il web come forma alternativa di finanziamento

Il crowdfunding è un fenomeno legato al Web 2.0 e si qualifica come una forma alternativa di finanziamento. Gli imprenditori, i singoli individui, le organizzazioni no profit che necessitano di raccogliere fondi per sviluppare i propri progetti si rivolgono alla "folla", agli utenti di Internet, ai consumatori per ottenere la somma richiesta. Il tutto attraverso una piattaforma online, un sito, che svolge la funzione di mediatore e che colleziona e descrive tutte le iniziative che hanno bisogno di denaro. Il crowdfunding non può esistere senza gli strumenti del Web 2.0 come i social networks e le comunità online poiché è attraverso essi che si attira un'attenzione globale sul proprio progetto. Il passaparola rende l'iniziativa un successo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Con la crisi economica attuale è ampiamente riconosciuto che sta diventando sempre più difficile per le nuove imprese attrarre finanziamenti esterni nello stadio iniziale della loro attività. Possono contare solo sul capitale sociale, dato che le banche sono in un momento delicato e difficilmente concedono prestiti, accompagnati solitamente da alti tassi di interesse e dalla richiesta di garanzie personali o reali. Inoltre gli investitori specializzati come i Business Angels o i Venture Capitalists preferiscono far fruttare il loro denaro in aziende già sviluppate e consolidate, piuttosto che in start-up. Tutto ricade quindi sulle spalle dello stesso imprenditore, sulla sua famiglia e sugli amici. Il risultato è che molte organizzazioni rimangono senza fondi e che numerose start-up innovative non riescono ad avviarsi, sia per la mancanza di contanti, sia per l'incapacità di attrarre investitori. Molti imprenditori hanno deciso così di abbracciare il crowdfunding, poiché rappresenta una forma alternativa di finanziamento rispetto ai metodi tradizionali come i prestiti, oggi spesso difficili da ottenere, se non impossibili. Il fenomeno trae le sue origini dal concetto più ampio di crowdsourching, che permette a persone e organizzazioni di ottenere idee e soluzioni per attività private o collettive direttamente dagli utenti del Web. Allo stesso modo, il crowdfunding permette di raccogliere fondi attraverso piattaforme online, ambienti in cui sono descritte le iniziative e in cui gli utenti possono decidere chi o cosa finanziare e ricevere in cambio una ricompensa monetaria o intangibile. Esse sono dei veri e propri mediatori tra chi deve raccogliere i fondi e chi vuole investire. Il concetto di ottenere soldi da un largo gruppo di persone non è qualcosa di nuovo: si pensi alle iniziative di beneficenza. Ciò che rende il crowdfunding innovativo è l'utilizzo di Internet e in particolare degli strumenti del Web 2.0 come i social networks e le comunità online, che permettono di attirare un'attenzione globale sulla raccolta fondi. Le iniziative di crowdfunding, grazie al passaparola virtuale, sono diventate presto un metodo di successo, che ha permesso al fenomeno di essere visto come un modello di business innovativo valido, oltre che un'alternativa praticabile per 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Simona Bergamini Contatta »

Composta da 50 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10678 click dal 09/01/2013.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.