Skip to content

Assistenza al Parto Personalizzata

Informazioni tesi

  Autore: Maria Antonia Giannavola
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: sede di Modena
  Facoltà: Ostetricia
  Corso: Scienze Infermieristiche per la Professione di Ostetrica
  Relatore: Fabio Facchinetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

Titolo: Assistenza personalizzata in Travaglio di Parto fisiologico.
Laureanda : Giannavola Maria Antonia
Relatore Prof. Fabio Facchinetti
Parole chiave: Parto fisiologico, percorso nascita, metodi non farmacologici per lenire il dolore in travaglio, partoanalgesia.

L’evento parto oltre ad essere un evento importante per la coppia assume un evento sociale e culturale, carico di aspettative. Nella società attuale l’evento parto è vissuto in modo meno istintivo, più consapevole che in passato, anche a causa del ruolo della donna, piu’ complesso e responsabilizzato, carico di aspettative anche sul luogo del parto, oltre che per la sua implicazione emotiva relazionale. l’ospedale anche se molto criticato, viene visto nel suo insieme, più sicuro, maggiormente rispondente alle aspettative. La fruizione dei corsi per l’accompagnamento alla nascita da parte del dipartimento materno-infantile, come area di integrazione tra ospedale e territorio, sono un grosso investimento di risorse economiche, sia di aspettative per le aziende in termini di ritorno che di soddisfacimento dell’utente.Le aspettative vanno vissute in modo realistico, per evitare il rischio di eccessiva colpevolizzazione sia da parte della donna con se stessa, che nei riguardi degli operatori, come non rispondendenti alle richieste fatte di umanizzazione della nascita. L’ospedale deve ottemperare alle esigenze di sicurezza e umanizzazone: la prassi di controllo sulla qualità e la comunicazione devono garantire l’esperienza del parto in modo sicuro e armonico, il rooming-in deve offrire la possibilità di instaurare fin da subito una corretta relazione madre bambino.Il questionario o la raccolta a voce dopo il parto, è un momento importante per la raccolta del vissuto e del soddisfacimento della qualità percepita.
L’importante non è solo perseguire la demedicalizzazione del parto, con i modi e i tempi del parto offrendo un’assistenza personalizzata, ma incoraggiare le donna nelle proprie competenze nel parto e sulla capacità di accudimento.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità individua nel miglioramento della qualità della vita della madre e del bambino uno degli obiettivi sanitari prioritari a livello mondiale. Sotto l’aspetto organizzativo significa farsi carico anche della fattibilità delle risorse, congrue, efficaci ed efficienti, in modo continuativo, (anche nei giorni festivi). Promuovere la cultura del parto fisiologico in quanto più rispondente al concetto di salute, pur tuttavia non dimenticando che l’ostetricia è fatta di tempestività e competenza. La partoanalgesia proposta nei travagli distocici o nelle gravidanze a rischio, o nei casi in cui il dolore risulta incontrollabile, può essere utile per l’espletamento del parto spontaneo.
Il consenso informato alle pratiche adottate in travaglio e alle cure in genere, non va esplicitato come fatto puramente routinario, ma inteso come mezzo corretto di informazione, e la verifica di quanto detto, è alquanto utile per capire la determinazione della scelta, così come la consapevolezza.
Le competenze dell’ostetrica ospedaliera non possono esimersi dalla conoscenza solo ed esclusiva dell’assistenza ostetrica, ma dalla conoscenza psicologica ostetrico-ginecologica delle varie fasi di accompagnamento della donna e della coppia, dall’adolescenza alla terza età.

Materiali e metodi:
Analisi e raccolta dati relativi al periodo al periodo compreso da gennaio a settembre 2010, dei parti presso l’unità operativa di Venezia. Proposta di un questionario valutativo sul gradiente di soddisfacimento della qualità percepita, ed uno sulla qualità alberghiera. Interventi di integrazione tra ospedale e territorio. Risultati attesi: Riduzione dei T.C., riduzione dei giorni di degenza nelle donne con parto spontaneo fisiologico soprattutto nelle secondipare.

Conclusione:
Una corretta comunicazione, integrata dall’utilizzo di protocolli, supportata dalle linee guida, in un gruppo di lavoro multidisciplinare, con percorsi condivisi, sottoposti a verifica di qualità.
Aumentano la visibilità, crea un buon gradiente di soddisfacimento dell’utenza migliora la fiducia, riduce il numero di prestazioni, promuove e valorizza il concetto di salute. Riduce i livelli di insoddisfazione degli operatori e aumenta la motivazione, migliorando i livelli di prestazione.
L’obiettivo fondamentale d’ogni operatore ostetrico è di valorizzare la qualità dell’esperienza del parto favorendo la nascita in un ambiente sereno ed idoneo, non trascurando la sicurezza per la madre e per il bambino.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’evento parto oltre ad essere un momento emozionalmente importante per la coppia assume, un evento sociale e culturale carico di aspettative. Nella società attuale l’evento parto è vissuto in modo meno istintivo, più consapevole che in passato, anche a causa del ruolo della donna, più complesso e responsabilizzato, carico di aspettative anche sul luogo del parto, oltre che per la sua implicazione emotiva relazionale. L’ospedale anche se molto criticato, grazie al continuo miglioramento delle procedure assistenziali, viene visto nel suo insieme, più sicuro, maggiormente rispondente alle aspettative. La fruizione di corsi per l’accompagnamento alla nascita da parte del dipartimento materno - infantile, come area di integrazione tra ospedale e territorio, sono un grosso investimento di risorse economiche, sia di aspettative per le aziende in termini di ritorno che di soddisfacimento dell’utente. Le aspettative vanno vissute in modo realistico, per evitare il rischio di eccessiva colpevolizzazione sia da parte della donna con se stessa, che nei riguardi degli operatori, come non rispondenti alle richieste fatte di umanizzazione della nascita. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

parto fisiologico, percorso nascita, metodi non
farmacologici per lenire il dolore in travaglio di
parto,partoanalgesia.

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi