Skip to content

Gli strumenti finanziari nel bilancio bancario: principali tipologie e trattamento contabile

Informazioni tesi

  Autore: Gabriella Di Spazio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Seconda Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Riccardo Macchioni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

Il lavoro ha l’obiettivo di discutere criticamente l’argomento degli strumenti finanziari, fulcro dell’attuale crisi finanziaria ed economica, nell’ottica delle modalità di rappresentazione e di esposizione nel bilancio degli intermediari finanziari. Gli strumenti finanziari, infatti, detengono una presenza permeante nell’economia degli intermediari.
Tali strumenti sono stati spesso additati come causa della crisi in atto, talvolta riferendosi alla loro struttura complessa che ne rende difficile la valutazione, talora imputando il criterio con cui gli stessi trovano esposizione in bilancio, colpevole di accentuare gli andamenti positivi e negativi del ciclo economico (cd. effetto della “pro-ciclicità”).
Al fine di comprendere le motivazioni per le quali, nell’Unione Europea e in Italia, si è deciso di sospendere l’applicazione del criterio di valutazione del fair value utilizzato per gli strumenti finanziari, si descrivono quali sono stati i riflessi dell’introduzione di detto criterio e il suo impatto nel bilancio bancario rispetto alla previgente disciplina di valutazione.
Si è osservato che un regime contabile basato sul fair value determina un accrescimento della volatilità dei bilanci. L’utilizzo di una tecnica mark to market nella valutazione degli strumenti finanziari ha come conseguenza che una variazione dei prezzi di mercato impatta immediatamente sui valori di bilancio e àncora il risultato economico e il Patrimonio Netto al miglioramento o al peggioramento delle condizioni economiche: tali grandezze contabili diventano così particolarmente sensibili alle fluttuazioni dei mercati finanziari.
In conclusione si rileva che, a conferma delle caratteristiche del criterio valutativo, il provvedimento di sospensione del fair value rappresenta una diretta conseguenza del periodo congiunturale negativo dell’economia. Questa posizione, tuttavia, non si ritiene condivisibile in quanto le regole contabili dovrebbero rimanere un campo neutrale, non piegate alla volontà dell’una o delle altre contingenze, poiché la contabilità non è altro che la rappresentazione della realtà economica: le conseguenze negative non derivano dalla regola in sé ma dall’uso cattivo e dalla comprensione distorta della stessa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente lavoro ha l’obiettivo di discutere criticamente l’argomento degli strumenti finanziari, fulcro dell’attuale crisi finanziaria ed economica, nell’ottica delle modalità di rappresentazione e di esposizione nei bilanci degli intermediari creditizi, in quanto siffatti strumenti costituiscono presenza permeante nell’economia di tali soggetti. Gli strumenti finanziari sono stati additati di recente come causa della crisi in atto, talvolta riferendosi alla struttura complessa che rende oltremodo difficile la loro valutazione, talora imputando il criterio stesso con cui trovano esposizione in bilancio, muovendo l’accusa di accentuare gli andamenti positivi e negativi del ciclo economico. Nel primo capitolo si affronta il tema esplicando il concetto di strumento finanziario secondo diverse fonti e facendo riferimento alle numerose e varie tipologie, derivati e non, che caratterizzano gli attuali mercati finanziari. Successivamente si spiegano le motivazioni per cui gli strumenti finanziari sono così strettamente avvinti all’attività degli intermediari creditizi, ai riflessi notevoli che essi hanno sull’economia bancaria, specificando i rischi connessi alla stessa e il legame tra rischio e strumento finanziario. Nel secondo capitolo si introducono le modalità di rilevazione e valutazione in bilancio degli strumenti secondo la prassi contabile nazionale e quella dettata dai principi contabili internazionali IAS/IFRS, validi anche per la redazione del bilancio del settore bancario. Si affrontano, inoltre, le specificità informative relative agli strumenti finanziari richieste dalla disciplina di Banca d’Italia. Nel terzo ed ultimo capitolo si narra della crisi finanziaria, con riferimento alle cause più recenti e agli interventi intrapresi nell’Unione Europea e in Italia, discorrendo della decisione di sospendere l’applicazione del criterio di valutazione del fair value sul quale si basa la disciplina IAS/IFRS degli strumenti finanziari. Al fine di comprendere le motivazioni per le quali ci si è diretti verso tale provvedimento, si descrivono quali sono i riflessi dell’introduzione di simile criterio nei bilanci bancari, cosa hanno modificato rispetto alla previgente disciplina di valutazione degli strumenti finanziari e quali siano stati i risultati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

crisi finanziaria
strumenti finanziari
fair value
bilancio bancario
bilancio intermediari finanziari
sospensione del fair value
decreto di sospensione del fair value
principi di valutazione strumenti finanziari
tipologie di strumenti finanziari
effetto pro ciclico
disciplina degli strumenti finanziari
introduzione del fair value
modifica ias 39
rappresentanzione bilancio strumenti finanziari
pro ciclicità fair value
volatilità fair value
modifica ias 32

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi