Skip to content

"CIAK, si guida!" La motorizzazione dell'Italia del boom e la sua rappresentazione cinematografica

Informazioni tesi

  Autore: Ersilia Contarino
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Fabio Chisari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 139

Ogni giorno un individuo trascorre mediamente da una a due ore nella propria automobile e ancora di più le ore per uscire con gli amici o viaggiare. Da questa riflessione nasce l’idea di comprendere quale sia stato il cammino svolto dalla società italiana rispetto alla motorizzazione di massa, e l’idea di analizzarla attraverso il cinema degli anni Cinquanta e Sessanta cercando di evidenziare quali cambiamenti sociologici e psicologici la diffusione di questo mezzo di trasporto ha portato con sé e chiedendoci proprio come il cinema abbia rappresentato questo fenomeno. In quasi tutti i film che appartengono alla Commedia all’italiana si vedono le automobili, alcune volte sono protagoniste altre un po’ meno.
L’Italia grazie ad alcune scelte politiche e alla voglia di rinascita dopo un devastante conflitto mondiale, riuscì a diventare un Paese moderno e industrializzato. Nascono in quegli anni infatti l’Autostrada del Sole, la Vespa e la 600, “l’utilitaria per tutti”. Nascono anche i primi autogrill, ma si assiste pure all’aumento del traffico e degli incidenti.
Il cinema va di pari di passo con questo sviluppo, partendo dal Neorealismo alla Commedia all’italiana con i suoi protagonisti più famosi come Alberto Sordi, Vittorio Gassman e Marcello Mastroianni.
Attraverso film come “Il vigile”, “Made in Italy” o “Accadde al cmmissariato”, si evidenziano le manie, l’amore, le ansie degli italiani nei confronti dell’automobile. Si evidenzia il diverso utilizzo di questo mezzo di trasporto e il significato che assume per il singolo individuo e per l’individuo all’interno della società. Quindi automobile come alleata nella conquista di una donna come in “Bravissimo”, automobile per un uso poco convenzionale come il furto in l’ “Audace colpo dei soliti ignoti” o l’auto per elevare il proprio status sociale come ne “Il boom”.
Pellicole come “Vacanze romane” icona della cinematografia e film che ha contribuito alla diffusione della Vespa nel mondo; “Il sorpasso”, film simbolo del boom economico; “I motorizzati”, ironico e divertente sulle manie e gli aspetti negativi della motorizzazione al maschile; “Le motorizzate”, che rappresenta il rapporto tra le donne e l’automobile; “Ieri, oggi, domani”, con il secondo episodio “Anna”, mette in evidenza un mondo difficilmente raggiungibile dalla gente comune, evidenziano come nei diversi strati sociali fosse affrontato e avvertito questo fenomeno, e come questo mezzo fosse già allora un mezzo indispensabile che accompagnerà sempre l’uomo nella maggior parte della sua vita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
14 1.1 Il boom 1.1.1 Il dopoguerra Alla fine della seconda guerra mondiale l’Italia è un paese profondamente ferito dai bombardamenti e dalla distruzione lasciata dai nazisti e dalle truppe anglo-americane. Le città sono un cumulo di macerie. La guerra, con le sue esigenze di risorse umane e materiali, si è presa tutto lasciando dietro di sé una popolazione alla paralisi: mancano i generi di prima necessità; manca il lavoro, ovunque è povertà e desolazione; l’economia è nelle mani del mercato nero; e molti sono rimasti senza casa; l’industria lamenta l’assoluta mancanza di materie prime e per ripartire si attinge dai rottami della guerra, soprattutto degli aerei militari. I problemi che si trovano ad affrontare i governi della neonata Repubblica negli anni dell’immediato dopoguerra, sono quelli della ricostruzione di un Italia che si ritrova con notevoli danni alle abitazioni, alla rete stradale e alla rete ferroviaria; ed è soprattutto il Sud che registra i danni e le perdite maggiori, essendo stato teatro delle battaglie più cruente. Nel nostro Paese oltre la metà delle strade e dei ponti è impraticabile, e quello della mobilità sembra essere uno dei problemi più pressanti per rimettere in moto l’economia. Si ripristinano quindi linee tranviarie e servizi pubblici urbani per dare alla gente la possibilità di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dopoguerra
cinema
automobili
autostrade
boom economico
vespa
cinema e società
alberto sordi
commedia all'italiana
autostrada del sole
motorizzazione di massa
mezzi di trasporto
500 fiat
autogtrill
anni '50 e '60
utilitaria per tutti
paese moderno e industrializzato
aumento del traffico
l'italia motorizzata
il vigile
le donne e l'automobile
status simbol
reti viarie
nasce la tv

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi