Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il dolore oncologico: rilevazione dei bisogni dei pazienti in una degenza di oncologia medica e potenziale ruolo dell'agopuntura

Il 20% della popolazione italiana si rivolge alle cosiddette 'medicine complementari'. Questo fenomeno richiede una minima conoscenza di tali pratiche e laddove ne sia comprovata l'efficacia, l'assenza di effetti collaterali e di interazioni con i trattamenti farmacologici, come nel caso dell' Agopuntura, potrebbe rappresentare addirittura una risorsa per un eventuale approccio integrato. Lo studio, svolto durante un mese di stage in una degenza di Oncologia Medica, prende in esame i bisogni assistenziali dei pazienti e ne rileva il dolore.

E' stato valutato il grado di sedazione, effettuando due successive rilevazioni del dolore in 1° e 4° giornata di ricovero valutando se, alla 2° rilevazione compariva una diminuzione (una stabilizzazione o un aumento) del dolore. Sono state successivamente comparate le due rilevazioni dei bisogni rispetto alla diminuzione (o all'aumento) del dolore valutando se c'era correlazione: cioè se al diminuire (o all'aumentare) del dolore diminuivano (o aumentavano) contestualmente i bisogni dei pazienti. In questo modo si potrebbe trarre una stima approssimativa di quanto il dolore incida sui bisogni d'assistenza. I pazienti oncologici che non avessero tratto un beneficio dalle tradizionali cure palliative, avendo addirittura un dolore maggiore alla seconda rilevazione rispetto alla prima, si potrebbero considerare potenziali candidati per un eventuale trattamento con Agopuntura. Qualora lo studio riesca a dimostrare una correlazione tra i bisogni di assistenza e il dolore, sottoporre il paziente ad un trattamento che ne riduca lo stesso, come l'Agopuntura, equivarrebbe quindi a diminuire anche i bisogni d'assistenza, con un conseguente miglioramento della qualità di vita.

Il lavoro è stato impostato nel seguente modo:
-Nel capitolo 1 si sono analizzate le problematiche del paziente oncologico con dolore e come l'assistenza infermieristica cerchi di soddisfare i bisogni nelle diverse fasi della malattia, dalla diagnosi alla cura, alla riabilitazione, sia in ambito ospedaliero che domiciliare.
-Nel capitolo 2 si cerca di spiegare, a grandi linee, i principi dell'Agopuntura ed il suo potenziale ruolo nella palliazione; si fa anche un accenno alla normativa italiana e alle proposte di Legge in materia di Medicina Complementare.
-Nel capitolo 3 viene spiegata la Scheda di Rilevazione dei Bisogni, basata sui Modelli Funzionali di Gordon. E' stato scelto questo tipo di approccio perché consente una valutazione più completa dei bisogni garantendo una visione 'olistica' del paziente.
-Nel capitolo 4 si spiega il protocollo operativo.
-Nel capitolo 5 vengono valutati i risultati. Sono riportate tutte le schede somministrate ai pazienti e, dai dati ottenuti, sono stati ricavati dei grafici relativi all'intensità del dolore e al tipo di bisogni rilevati sui 40 pazienti. Alla fine è riportata una tabella che correla la variazione del dolore alla variazione dei bisogni.
-Nel capitolo 6 vengono tratte le conclusioni del lavoro.

Mostra/Nascondi contenuto.
PROBLEMATICHE INFERMIERISTICHE INERENTI IL PAZIENTE CON DOLORE ONCOLOGICO “Funzione specifica dell'infermiere è assistere l'individuo, malato o sano, adeseguire quelle attività che contribiuscono a mantenere la salute, ottenere la guarigione o preparare ad una morte serena; atti che compirebbe da solo se disponesse della forza, della volontà o delle cognizioni necessarie.”T6U <+(K3%=.+()%:'-','"-%()'(2'!0'-'+(`%-)%!="-T6H]4B6]]>UP('&*"!.+-.%(.%"!'/+()%$( M^I5FMGP(='(*3a(%A'-/%!%(/"&%(3-"()%'(/+&*'(*!%/'*3'()%$$9+=='=.%-,+( '-:%!&'%!'=.'/+(='+(b("$.!%(+(K3%$$"(*!%A%-.'A"P(/3!+.'A"(%(!'+#'$'.+.'A"(b($9+&#'."( )%$$+(*+$$'+,'"-%1 <3!+-.%('$(*%!'")"()'(=.+0%(*!%=="($9^-'.X(Q*%!+.'A+()'(Q-/"$"0'+(J%)'/+P(?"( *".3."(-".+!%(/"&%($9+**!"//'"(+=='=.%-,'+$%(='+(*+!.'/"$+!&%-.%(olistico,( *!%-)%-)"('-(%=+&%($%(*!"#$%&+.'/?%(:'='/?%P(*='/?'/?%(%(="/'+$'()%$(*+,'%-.%(%()%'( =3"'(:+&'$'+!'1 J"$.%(A"$.%($9'-:%!&'%!%P("$.!%(+$(!3"$"(.%/-'/"P(W(/?'+&+."(+(=A"$0%!%(+-/?%(3-( !3"$"(*='/"="/'+$%(A'=."(/?%('$(*+,'%-.%($"(/"-=')%!+(3-(*3-."()'(!':%!'&%-."( '&*"!.+-.%(%(='(+=*%..+(3-(="=.%0-"(%&".'A"(*%!(=c(%($+(=3+(:+&'0$'+1 D+(:!+0'$'.XP(:'='/+(%(*='/"$"0'/+()%$(*+,'%-.%("-/"$"0'/"P(/"&*$'/+(+$K3+-."( $9+=='=.%-,+(!%-)%-)"(-%/%==+!'+P("$.!%(+$$+(/"&*!%-='"-%()%$(*!"/%=="(*+."$"0'/"P( $+(/"-"=/%-,+(%)('$(!'=*%.."()%'(#'="0-'(%&",'"-+$'()%$$+(*%!="-+(&+$+.+(%()%$(=3"( -3/$%"(:+&'$'+!%1 d3.."(/'a(!%-)%($9'&*%0-"(+=='=.%-,'+$%('-)3##'+&%-.%(*'\(0!+A"="P(+(.+$(*3-."()+( %=*"!!%($9"*%!+."!%(=+-'.+!'"(+$(!'=/?'"()'(#3!-"3.(&+P(/"-($%()"A3.%(&'=3!%( *!%/+3,'"-+$'(B(="=.%0-"(*='/"$"0'/"()%0$'("*%!+."!'P(/"$$+#"!+,'"-%(%( /"-)'A'='"-%()%'(*!"#$%&'('-(%K3'*%B($9'-:%!&'%!%(=+!X('-(0!+)"()'("::!'!%(+$(&+$+."( -%"*$+=.'/"(3-(=3**"!."(/"=.+-.%P(A%$"/%(%(/"&*%.%-.%1 D9+-='+P($+(*+3!+(%($9+-0"=/'+(="-"(%&",'"-'(/?%(=*%=="('$(*+,'%-.%(-"-(!':%!'=/%(+$( &%)'/"P()+$(K3+$%(='(+=*%..+(!'=*"=.%('-(&%!'."(+$$+(*+."$"0'+P(&+(/?%(!'%=/%('-A%/%( &

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Laura Patrignani Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3081 click dal 24/01/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.